Ce l'abbiamo fatta! Panama festeggia la sentenza del tribunale contro la miniera di rame

Dimostranti marciano con striscioni, bandiere nazionali e ombrelli lungo un'autostrada a Panama. Manifestazione contro l'estrazione mineraria nella provincia di Veraguas, Panama. (© Radio Temblor) Migliaia di persone manifestano in strada contro l'attività mineraria a Panama City, Panama. Una delle tante manifestazioni contro le miniere a Panama City. (© Radio Temblor)

30 nov 2023

A Panama, la popolazione ha ottenuto un'importante vittoria legale contro l'industria mineraria e la corruzione diffusa. Ieri la Corte Suprema ha dichiarato all'unanimità incostituzionale l'autorizzazione della più grande miniera di rame a cielo aperto dell'America Centrale. Le proteste continueranno fino alla cancellazione di tutti i progetti minerari del Paese.

Ce l'abbiamo fatta! Con questa rivendicazione, centinaia di persone hanno festeggiato martedì per le strade di Panama un'importante sentenza del tribunale contro l'industria mineraria. La legge 406, elaborata per favorire una miniera di rame, viola 25 articoli della Costituzione, ha stabilito la Corte Suprema di Panama. La data di questa decisione coincide con il 202° anniversario dell'indipendenza del Paese centroamericano dalla Spagna.

"Stiamo celebrando questo trionfo della sentenza della Corte Suprema che dichiara incostituzionale il Trattato minerario 406", riferisce Olmedo Carrasquilla della nostra organizzazione partner Radio Temblor - Colectivo Voces Ecológicas in diretta da una manifestazione. "Oggi, 28 novembre 2023, il popolo di Panama ha detto un chiaro 'NO' allo sfruttamento dell'industria mineraria. Il popolo festeggia perché vuole un'economia veramente solidale, popolare ed ecologica, e un Paese libero dalla corruzione".

La Legge Contrattuale 406 è stata approvata frettolosamente dal Parlamento e dal Governo il 20 ottobre 2023 e ha cercato di legalizzare la più grande miniera a cielo aperto di rame, oro, argento e molibdeno dell'America Centrale per 40 anni. I gestori sono la società canadese First Quantum Minerals e la sua controllata Minera Panama.

L'impatto del progetto della miniera di rame, avviato nel 1997, sull'ambiente e sulla popolazione e la scarsa partecipazione sociale al processo di approvazione hanno scatenato massicce proteste in tutto il Paese per oltre quattro settimane. Da allora, migliaia di manifestanti hanno paralizzato il Paese con manifestazioni, blocchi stradali e scioperi, chiedendo la chiusura dell'operazione mineraria, situata in una riserva naturale nel mezzo della foresta pluviale.

Continueremo fino a quando non diventeremo un Paese libero dalle miniere.

"Le proteste e la resistenza contro l'attività mineraria a Panama continuano perché ci sono altre concessioni minerarie, tra cui il progetto minerario Santa Rosa della compagnia Veragold", ci dice in videoconferenza il nostro alleato Olmedo Carrasquilla di Radio Temblor - Colectivo Voces Ecológicas. "Insieme alle comunità colpite dall'attività mineraria e ai movimenti sociali del Paese, chiediamo la cancellazione totale del contratto minerario 406".

First Quantum Minerals minaccia l'arbitrato presso la Banca Mondiale

Poco prima della sentenza, First Quantum Minerals ha cercato di fare pressione sulle autorità e sul governo panamense. La società mineraria ha annunciato che sta valutando la possibilità di presentare una richiesta di arbitrato contro la Repubblica di Panama presso il Centro Internazionale per la Risoluzione delle Controversie sugli Investimenti (ICSID), membro del Gruppo della Banca Mondiale con sede a Washington D.C., riporta France Press.

L'accordo di libero scambio tra Panama e Canada fornisce il quadro di riferimento per tali richieste al tribunale arbitrale commerciale privato. Con queste richieste di risarcimento danni multimilionarie, le aziende straniere cercano ripetutamente di forzare l'annullamento delle rispettive leggi nazionali sulla protezione ambientale e sugli aspetti sociali.

Maggiori informazioni in inglese:

The Guardian 2023 "Momento storico": gli attivisti panamensi festeggiano la sentenza contro la miniera di rame: https://www.theguardian.com/world/2023/nov/28/panama-supreme-court-canadian-copper-mine-unconstitutional


  1. riferisce Olmedo Carrasquilla della nostra organizzazione partner Radio TemblorOlmedo Carrasquilla della nostra organizzazione partner Radio Temblor - Colectivo Voces Ecológicas in diretta da una manifestazione.
    Su YouTube: https://youtu.be/JwFSOjJ4tvk?si=cRpsl6-jANE1jfkO

  2. riporta France Press.

    Radio Canada - France Press 2023. Panama è pronta a difendersi se un gruppo minerario canadese ricorre all'arbitrato: https://ici.radio-canada.ca/nouvelle/2030260/panama-groupe-minier-canadien-justice