Biodiversità in pillole

La vita sulla terra è iniziata circa 4 miliardi di anni fa. Fino ad oggi, l'evoluzione ha prodotto un numero impressionante di habitat, specie animali e vegetali - molti non ancora scoperti. La biodiversità è la base della vita sulla Terra, ma è anche gravemente minacciata. Gli esperti parlano già di una sesta estinzione di massa nella storia della Terra. Ma come siamo arrivati a questo?

Andiamo alla radice: perché la biodiversità è così importante? 

La biodiversità o diversità biologica comprende tre aree che sono strettamente collegate: la diversità delle specie, la diversità genetica all'interno delle specie e la diversità degli ecosistemi come le foreste o gli oceani. Ogni specie fa parte di una rete di relazioni molto complessa. Se una specie si estingue, questo ha ripercussioni su molte altre specie e interi ecosistemi.

In tutto il mondo, quasi 2 milioni di specie sono state attualmente descritte; gli esperti stimano che il numero di molto maggiore. Le foreste tropicali e le barriere coralline sono tra gli ecosistemi presenti sulla terra più ricchi di specie e organizzati nel modo più complesso. Circa la metà di tutte le specie animali e vegetali vive nelle foreste tropicali.

La biodiversità è degna di essere protetta in quanto tale e anche perché, allo stesso tempo, è il nostro sostentamento. Usiamo cibo, acqua potabile, medicine, energia, vestiti o materiali da costruzione ogni giorno. Gli ecosistemi intatti assicurano l'impollinazione delle piante e la fertilità del suolo, ci proteggono da disastri ambientali come inondazioni o frane, purificano l'acqua e l'aria e immagazzinano CO2 dannosa per il clima.

La natura è anche la dimora e allo stesso tempo un luogo di valore dal punto di vista spirituale per molti popoli indigeni. Questi ultimi, sono i migliori protettori delle foreste tropicali, perché gli ecosistemi particolarmente intatti si trovano negli habitat delle comunità indigene.

La connessione tra la perdita della biodiversità e la diffusione delle pandemie non è una novità di cui siamo venuti a conoscenza solo con la pandemia del Coronavirus. Una natura intatta e variegata ci protegge dalle malattie e da ulteriori pandemie.

Gli effetti della perdita di biodiversità: fame e crisi climatica

Lo stato di salute della natura è peggiorato drammaticamente in tutto il mondo. Circa 1 milione di specie animali e vegetali sono minacciate di estinzione per i prossimi decenni. Nella Lista Rossa dell'Unione Mondiale per la Conservazione IUCN, 37.400 specie animali e vegetali sono attualmente minacciate di estinzione - un record drammatico! Gli esperti parlano di una sesta estinzione di massa nella storia della Terra - il tasso di estinzione globale delle specie è centinaia di volte superiore a quello degli ultimi 10 milioni di anni a causa dell'operato umano.

Anche molti ecosistemi nel mondo sono a rischio:  il 75% della superficie terrestre e il 66% di quella marina. Solo il 3% è ecologicamente intatto - per esempio parti dell'Amazzonia e del bacino del Congo. Gli ecosistemi ricchi di specie come le foreste tropicali e le barriere coralline sono particolarmente danneggiati. Circa il 50% di tutte le foreste tropicali sono state distrutte negli ultimi 30 anni. La mortalità dei coralli continua ad aumentare a causa dell'aumento globale della temperatura. 

Le cause principali del massiccio declino della biodiversità sono: la distruzione degli habitat, l'agricoltura intensiva, la pesca eccessiva, il bracconaggio e il riscaldamento globale. Circa 500 miliardi di dollari all'anno sono investiti in tutto il mondo nella distruzione della natura - nell'agricoltura industriale, nei sussidi per il petrolio e il carbone, nella deforestazione e nell'impermeabilizzazione delle terre.

La perdita di biodiversità ha conseguenze sociali ed economiche con impatti su larga scala, e lo sfruttamento delle risorse naturali pregiudica la vita di miliardi di persone nel Sud del mondo. L'ONU può raggiungere i 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, per esempio la lotta contro la fame e la povertà, solo se la biodiversità viene conservata in tutto il mondo e utilizzata in modo sostenibile per le generazioni future. 

Senza la conservazione della biodiversità, anche la protezione del clima è minacciata. La distruzione delle foreste e delle torbiere - come importanti serbatoi di CO2 - alimenta ulteriormente il cambiamento climatico.

La soluzione: meno è meglio!

Le risorse naturali della terra non sono disponibili in quantità illimitata. Noi umani consumiamo qualcosa di equiparabile al consumo di risorse di poco meno due volte quello che consuma la Terra, e continuando con il ritmo attuale arriveremo a triplicare l’equivalente del consumo di risorse. Al fine di attivarci per la conservazione della biodiversità come base della nostra vita, dobbiamo continuare ad aumentare la pressione sui politici.

E molto può essere fatto anche nella nostra vita quotidiana.

Seguendo questi consigli, puoi contribuire a proteggere la biodiversità nel tuo quotidiano:

Scegli più spesso una alimentazione a base vegetale: metti più verdure e sostituti proteici, come il tofu, nel tuo piatto, o preferibilmente elimina la carne. Circa l'80% del terreno agricolo mondiale è utilizzato per l'allevamento e la coltivazione di mangimi per animali da allevamento.

Locale e biologico: il cibo prodotto in modo biologico evita la coltivazione di enormi monocolture e quindi l'uso di pesticidi. Comprando prodotti locali a base regionale si risparmia anche un'enorme quantità di energia.

Opta per uno stile di vita consapevole: ho di nuovo bisogno di vestiti nuovi o di un cellulare? O posso comprare le cose di tutti i giorni di seconda mano? Ci sono buone alternative ai prodotti fatti con olio di palma o legni tropicali. Gli animali da compagnia che vengono da paesi tropicali come i pappagalli o i rettili sono tabù!

Calcola qui la tua impronta ecologica

Diventa un amante delle api: sul balcone di casa o in giardino, puoi fare felici le api e altri insetti potendo accedere ad una varietà di piante e fiori appetitosi. Ma se non hai il pollice verde o non possiedi un giardino, puoi partecipare ad un progetto di conservazione della natura nella tua regione.

Sostegno per le manifestazioni di piazza a favore della natura: manifestazioni o petizioni contro il riscaldamento globale o per esigere un cambiamento nell'agricoltura industriale mettono sotto pressione i politici che sono anche responsabili della protezione della biodiversità.

Leggi qui perché così tante specie si estinguono prima ancora di essere scoperte.

Avvisi e tematiche di azione

La tua firma aiuta a difendere le foreste! Le nostre petizioni online si riferiscono a progetti che distruggono le foreste e fanno il nome dei responsabili. Uniti siamo più forti!

Foto di Simón Pedro Pérez López, membro di Las Abejas de Acteal, difensore dei diritti umani assassinato il 5 luglio 2021. Simón Pedro Pérez López, difensore dei diritti umani assassinato in Chiapas il 5 luglio 2021. (© Otros Mundos Chiapas)

89.485 firmatari

Morte e sfollamenti nelle comunità indigene del Chiapas

Essere un difensore della natura e dei diritti umani ha messo Simón Pedro Pérez López in pericolo. Il 5 luglio, un individuo su una moto lo ha avvicinato e gli ha sparato alla testa. È successo a Simojovel, Chiapas, mentre era al mercato con suo figlio. Firma la petizione per chiedere giustizia per Simón Pedro.

Informazioni ulteriori

CA: Presidente degli Stati Uniti Messicani

“Presidente e autorità del Messico: avviate immediatamente indagini approfondite e imparziali sull'omicidio di Simón Pedro Pérez López, difensore della natura.”

Leggi tutta la lettera