Indietro

Cambogia: ‘Difendiamo i nostri alberi’

Anche i bambini della valle dell’Areng difendono la natura I bambini della valle dell'Areng in difesa degli alberi e del fiume. Foto: Luke Duggleby

Hanno protestato, manifestato, ora i residenti della Valle del  fiume Areng si sentono vicini alla meta: il Premier Hun Sen ha congelato per il momento il progetto della diga. Nonostante questo, nulla è definitivo e la popolazione locale ha ancora bisogno del nostro sostegno per proteggere la natura biodivesrsa.

Nella foresta di Cardamomo, nel sud-ovest della Cambogia si trova la valle del fiume Areng,  un rifugio per numerose piante in via di estinzione ed  animali poco comuni, come gli elefanti della foresta e la pantera nebulosa. Da secoli, le famiglie degli indigeni Chong popolano le foreste, con rispetto e cura del territorio. Gli alberi giganti ed il coccodrillo del Siam sono specie sacre per loro.

Due anni fa, i residenti della Valle del fiume Areng sono venuti a conoscenza che la costruzione di una diga avrebbe potuto allagare la valle, iniziarono da allora la loro resistenza pacifica e ferma. Hanno avuto il sostegno del gruppo ambientalista locale Mother Nature, della rete di sostegno dei monaci buddisti e dei gruppi giovanili della capitale Phnom Penh. Ambientalisti di tutto il mondo hanno espresso la loro solidarietà con il popolo della Cambogia; e Salviamo la Foresta ha aiutato con petizioni e donazioni   .

Ora, due compagnie costruttrici cinesi in lizza per il progetto hanno deciso di ritirarsi, anche Sinohydro, una terza compagnia, pare non essere più interessata. Questo è avvenuto in seguito all'annuncio del primo ministro Hun Sen a febbraio 2015, dove ha dichiarato di voler congelare il progetto della diga fino al 2018 e nel contempo ha manifestato la volontà di sviluppare il potenziale eco turistico della zona. I residenti, ora, chiedono che si giunga ad una decisione definitiva che esprima da parte del governo la volontà di proteggere l'unicità della loro terra e patria.

Nella valle, i monaci stanno segnando gli alberi giganti ed hanno prodotto una mappatura della zona. La popolazione monitora gli alberi e li marca con nastri arancioni. Inoltre, è stato lanciato già un progetto di ecoturismo, così, i visitatori potranno aiutare a proteggere questa valle unica ed eccezionale, visitandola.

Il fiume Areng ed i suoi abitanti hanno bisogno dell’appoggio internazionale.

Grazie per aiutare a difendere la natura e sostenere gli abitanti della valle dell'Areng.

Informazioni relative alla tua donazione

Pubblico interesse Rettet den Regenwald e.V. è riconosciuta come organizzazione di pubblico interesse in Germania .

Dati sicuri I vostri dati verranno criptati.

Una donazione per la foresta

,00 €

Scegli tu l'importo della donazione

Attività recenti