Messico: la foresta de Los Chimalapas si difende!

Un giaguaro nella foresta de Los Chimalaps Il giaguaro è il simbolo de Los Chimalapas, regione del Messico che ospita il maggior numero di esemplari (Foto: Mat Hayward) (© Mat Hayward / Fotolia)

7 apr 2015

Oltre 80.000 persone di tutto il mondo in difesa della foresta messicana de Los Chimalapas

In appoggio al Comité en Defensa de los Chimalapas, l’organizzazione internazionale Salviamo la Foresta ha pubblicato la settimana scorsa una petizione in difesa della foresta de Los Chimalapas, indirizzata alle autorità messicane.

La petizione si sta distribuendo a livello internazionale in cinque lingue. Ad oggi, oltre 80.000 persone di tutto il mondo hanno aderito alla richiesta di appoggio della popolazione indigena zoque che chiede soprattutto la volontà politica di dialogare, per fermare la distruzione delle sue foreste.

La petizione si dirige al presidente del Messico Enrique Peña Nieto e al governatore dello stato di Oaxaca, Gabino Cue, affinchè “agiscano in modo immediato ed efficace, per fermare le invasioni e la razzia ecologica, facendo valere i diritti collettivi della popolazione zoque, evitando, inoltre, un possibile clima di violenza sociale nella zona”.

Guadalupe Rodriguez di Salva la Selva – Salviamo la Foresta, responsabile di coordinare la petizione a livello internazionale, ha dichiarato che “la foresta de Los Chimalapas è una delle foreste più importanti e biodiverse del Messico, e un patrimonio ecologico di valore incalcolabile che richiede immediata attenzione da parte delle autorità responsabili di fermare questa distruzione allarmante”.

Dal canto suo, Luis Bustamante Valencia, coordinatore nazionale del Comité en Defensa de los Chimalapas, ha detto di avere fiducia nel fatto che “con la pacifica ma tenace resistenza comunale in difesa del territorio ancestrale, e contando con l’appoggio e la solidarietà di migliaia di persone in Messico e in tutto il mondo, i governi, federale e di Oaxaca, dovranno rispondere a questa giusta petizione e avviare con efficacia e sollecitudine, azioni legali per fermare le depredazioni ed invasioni promosse dal governo del vicino stato del Chiapas”.