Colpo di grazia all'erbicida Roundup di Monsanto?

Dimostrazione contro Monsanto e i transgenici Dimostrazione contro Monsanto e gli OGM (© Helmut Treib/ Rettet den Regenwald)

16 ott 2017

Nel mondo, i cittadini respingono il glifosato. Anche alcuni governi di paesi europei di rilievo si schierano contro l'erbicida - possibilmente cancerogeno. All'inizio di ottobre 2017, una commissione deciderà a Bruxelles tra il divieto del glifosato e il rinnovo della sua autorizzazione per altri dieci anni.

Il tira e molla sul glifosato, commercializzato con il marchio Roundup di Monsanto, si avvicinerebbe all'ultimo round. Tra il 4 e il 6 ottobre 2017, il Comitato di Esperti della Commissione Europea sulle Piante, gli Animali, i prodotti Alimentari e l'Alimentazione deciderà se approvare o rifiutare di utilizzare il controverso erbicida ad ampio spettro nella UE.

Il glifosato rappresenta per l'industria chimica un affare miliardario. È il prodotto per fumigazioni più diffuso al mondo. L'Organizzazione Mondiale della Sanità OMS ha classificato l’erbicida come probabilmente cancerogeno. A metà dello scorso anno, la Commissione Europea ha concesso un’estensione per la licenza d'uso del veleno. I funzionari di Bruxelles hanno approvato l'uso dell'erbicida per altri 18 mesi. Ma la scadenza è imminente.

Alla petizione diffusa da Salviamo la Foresta contro il glifosato, hanno partecipato più di 235.000 persone.  Le organizzazioni della società civile hanno ufficialmente raccolto più di 1,3 milioni di firme contro il glifosato nell'ambito di un'iniziativa dei cittadini europei (ICE).

Se 12 dei 28 Stati membri voteranno contro rappresentando il 35 per cento degli abitanti dell'UE, gli erbicidi a base di glifosato saranno banditi.

Già l'anno scorso, Francia, Malta, Paesi Bassi e Svezia hanno alzato il cartellino rosso sul rinnovo per dieci anni dell’autorizzazione all'uso dell'erbicida. L'Italia e la Germania si sono astenute, quest'ultima perché il suo ministro dell'ambiente Hendricks è contro il glifosato, ma il ministro dell'agricoltura Schmidt è favorevole.

Nel caso in cui non vi sia una maggioranza chiara a favore o contro il glifosato, ci sono pochi giorni per ulteriori discussioni. L'ultima data possibile per il voto è il 6 novembre 2017, subito dopo la scadenza dell'autorizzazione per l'utilizzo totale dell’ erbicida nella UE, come riportato anche dall’UE-Observer.

 

Guarda anche:

Glifosato si, glifosato no: l'uso dell'erbicida al vaglio della Commissione UE