Il lato oscuro del marchio di sostenibilità MSC

Squali morti in un mercato del pesce Squali nel mercato del pesce di Vigo (© Klaus Schenck)

16 ott 2018

I consumatori pensano che acquistando pesce con il marchio di sostenibilità MSC, agiscono in modo sostenibile, contribuendo alla conservazione delle specie marine. Ma quali specie possiamo veramente mangiare con la coscienza pulita? Quali metodi di pesca sono sostenibili?

Per fugare ogni dubbio, molti consumatori scelgono di acquistare prodotti con il marchio blu MSC (Marine Stewardship Council), che indicherebbe che il pesce non proviene da zone di pesca intensive. Le grandi catene di supermercati offrono prodotti certificati MSC perché i consumatori si fidano e potrebbero essere più propensi ad acquistarli.

Ma ci sono voci sempre più discordanti che denunciano che le certificazioni sono concesse a grandi industrie della pesca che sfruttano eccessivamente le risorse marine usando tecniche di pesca che non sono affatto sostenibili.

Il rapporto preparato dal giornalista tedesco Wilfried Huismann si interroga sulla validità di questo marchio e trova alcuni esempi che dimostrano che l'assegnazione del marchio MSC è a volte discutibile. Ad esempio nel caso di metodi di cattura che danneggiano il fondo marino.

Gli standard per concedere il marchio sono poco rogorosi, dicono i difensori del mare.

Un pescatore galiziano che cattura polpi e altre specie con le arti tradizionali rifiuta il sigillo MSC. "Per me è una bufala", dice. Lui e i suoi colleghi avrebbero potuto richiederlo. "Se MSC è interessato solo a certificare lo stato delle popolazioni di una specie, ma non i metodi di pesca, allora non vogliamo MSC", riassume il marinaio. Uno dei co-fondatori dell'etichetta oggi accusa MSC di aver scelto "il lato oscuro" e di seguire gli interessi dell'industria. Cosa c’ è di vero in questa accusa. 

Il documentario fornisce testimonianze inedite di pescatori, ispettori e personale portuale che rivelano le irregolarità dell'eco marchio di pesca sostenibile certificato MSC.

La TVE spagnola ha annunciato la trasmissione del documentario nel suo programma Documentos TV, con il titolo "Pesca, frode di marca", sebbene abbia temporaneamente rinviato la trasmissione. Il motivo per il rinvio dell'emissione sarebbe dovuto alle pressioni ricevute dal MSC.

Salviamo la Foresta vi offre la versione spagnola del documentario visibile su You Tube