Un santuario per scimpanzé orfani

Rifugio per scimpanzé vicino a Monrovia, Liberia Jenny Desmond e il suo staff si prendono cura degli scimpanzé (© Mathias Rittgerott)

18 feb 2019

Gli scimpanzé orfani vissuti in cattività meritano una vita di benessere. In Liberia, una piccola organizzazione privata si dedica alla cura di oltre 40 primati orfani. Il sogno di questi attivisti per i diritti degli animali è una sorta di santuario della vita.

L’organizzazione Liberia Chimpanzee Rescue and Protection (LCRP) aveva appena iniziato la sua attività quando gli scimpanzé da slavare hanno iniziato a comparire alle porte della struttura. Erano orfani. Le loro madri erano state uccise per il commercio illegale di "carne di animali selvatici", mentre i cuccioli erano mantenuti in vita per essere venduti come animali domestici o altri scopi.

Nella settimana precedente alla visita di un integrante di Salviamo la Foresta/Rettet den Regenwald al santuario vicino a Monrovia, l'organizzazione ha accolto quattro scimpanzé, tra cui un esemplare di circa tre anni ammalato di tosse. "Dobbiamo isolarlo dagli altri fino a quando non sarà guarito", ha spiegato Jimmy Desmond, che attualmente sta condividendo la sua stanza con il suo giovane paziente. Una dozzina di scimpanzé trascorrono le notti al piano terra della casa, la maggior parte in un recinto esterno. Un piccolo gruppo di integranti dell’organizzazione  si prende cura degli animali durante quasi tutto il giorno.

Jimmy Desmond e sua moglie Jenny sono consapevoli che i primatologi disapprovano che gli umani e gli scimpanzé condividano uno spazio comune, ma al momento non vedono alternative. Gli animali che si allontanano potrebbero essere uccisi.

Gli attivisti per i diritti degli animali stanno perseguendo un progetto ambizioso: hanno stipulato un contratto di affitto di 25 anni su 40 ettari di terreno forestale nelle zone umide di Marshall per costruire un rifugio per gli scimpanzé. I visitatori possono facilmente raggiungere il "Hundred Acre Wood" da Monrovia, ed è possibile effettuare donazioni al progetto.

L’organizzazione LCRP fa parte di una coalizione che vuole sensibilizzare la popolazione locale alla protezione degli scimpanzé. Jenny Desmond ci ha detto: "Ci aspettiamo che il numero di esemplari salvati aumenti, e che grazie al lavoro dei ranger diminuiscano gli episodi di bracconaggio per il commercio di carne selvatica e traffico di animali selvatici." Jenny spera che la diminuzione del traffico di animali avvenga entro i prossimi cinque anni.

I coniugi Desmond intendono il progetto "Hundred Acre Wood" come un impegno a lungo termine: gli scimpanzé salvati possono vivere fino a 50 anni e rimanere dipendenti dalle cure umane per il resto della loro vita.

Jimmy e Jenny Desmond originariamente erano arrivati in Liberia per prendersi cura degli scimpanzé che vivono isole vicine dopo il pensionamento dal centro medico sperimentale New York Blood Center. L’organizzazione LCRP è un progetto completamente separato dal loro lavoro precedente.

Se volete fare una donazione per la protezione degli scimpanzé nell'Africa Occidentale, fate clic qui