Un passo avanti per ridurre la marea di plastica

23 apr 2014

La settimana scorsa il Parlamento Europeo si è pronunciato in modo pienamente favorevole alla proposta di ridurre l'uso dei sacchetti di plastica leggeri e monouso.

Con 539 voti a favore, 51 contro e 72 astenuti, gli eurodeputati hanno espresso chiaramente l'urgente necessità di imporre limiti all'utilizzo dei sacchetti di plastica.

Dei 100 milioni di sacchetti che si utilizzano ogni anno in Europa, 8.000 milioni non finiscono nei bidoni dell'immondizia, ma si spargono nell'ambiente marino e quello terrestre generando montagne di isole di immondizia incontrollabile. Il tasso attuale di riciclaggio dei sacchetti di plastica è solo del 6,6%. Il 39% si incenerisce, uno su due finisce in discarica. È preoccupante l'inquinamento degli ecosistemi e la presenza della plastica nella catena alimentare.

Ridurre in 3 anni del 50% i sacchetti più comuni e contaminanti (1) che si usano attualmente e dell'80% in 5 anni "è facile da realizzare con politiche coerenti", ha detto Margrete Auken, eurodeputata danese (Gruppo dei Verdi). Questa era precisamente una delle proposte che rivede e vuole modificare la direttiva del 1994 sui contenitori e i residui dei contenitori. Un'altra delle misure proposte consiste nell'imporre la non gratuità dei sacchetti di plastica.

Nonostante si tratti di un passo nella giusta direzione, il processo legislativo non si è concluso. Una volta approvata la proposta, che deve ancora arrivare al Cosiglio dei Ministri, gli Stati membri saranno obbligati a prendere nuove misure come la fissazione dei prezzi, l'uso di imposte e tasse o la restrizione nella collocazione nel mercato.

Arrivati a questo punto, saranno gli eurodeputati eletti attraverso le elezioni europee del 25 maggio, coloro che riceveranno il mandato di negoziare un accordo con gli Stati membri.

"Nonostante valutiamo positivamente questi sforzi legislativi e specialmente l'apertura del dibattito sul tema dell'inquinamento prodotto dall'utilizzo eccessivo dei sacchetti di plastica, la nostra organizzazione non chiede la riduzione dell'uso dei sacchetti di plastica ma la totale eliminazione di questi ultimi", dichiara Guadalupe Rodríguez di Salviamo la Foresta.

Nota:

(1) Sacchetti di plastica con uno spessore inferiore ai 50 micron o 0,05 millimteri