Le firme hanno salvato l'atollo

Tartaruga gigante delle Seychelles (Aldabrachelys gigantea) Migliaia di tartarughe giganti vivono sull'atollo di Aldabra (© Serge Vero)

22 giu 2018

L'atollo di Aldabra è stato salvato! Il governo delle Seychelles ha messo da parte i suoi piani per costruire una base militare sull'isola di Asunción. Il presidente ha giustificato la sua decisione facendo riferimento alle proteste e alle petizioni.

L'atollo di Aldabra è stato salvato! Il governo delle Seychelles ha rinunciato ai suoi piani per consentire la costruzione di una base militare sull'isola di Asunción. Il presidente ha spiegato che la sua decisione era giustificata dalle proteste ricevute e dalle petizioni diffuse degli ambientalisti.

Le Seychelles e l'India volevano ampliare in modo significativo una pista di atterraggio già esistente sull'isola di Assumption e costruire un porto per le navi da guerra. Ciò avrebbe messo in pericolo l'atollo di Aldabra, a soli 37 chilometri di distanza, dove c'è un mondo sottomarino ricco di specie e in cui vivono le tartarughe marine.

Per mesi ci sono state proteste contro il progetto. Una petizione di Salviamo la Foresta ha raccolto 190.400 firme. Anche l'UNESCO ha preso provvedimenti sulla questione, intercedendo per la natura, in gran parte intatta, del remoto atollo.

Secondo i media, il presidente Danny Faure ora eviterà che il progetto di legge venga discusso in Parlamento, poiché non vede una maggioranza favorevole. Ora intende solo implementare una piccola base per la Guardia costiera delle Seychelles.