Salviamo la vita delle api!

Ape impollinatrice su un fiore Non solo le api, anche i bombi ed altri insetti impollinatori sono seriamente minacciati dagli insetticidi neonicotinoidi.

L’industria chimica è in guerra con la natura. Le sostanze neonicotinoidi sono le più pericolose fabbricate dall’uomo. In agricoltura con questi veleni si eliminano, oltre alle piaghe, anche innumerevoli insetti benefici come le api. Per favore chiedetene la proibizione.

News e aggior­namenti Lettera

CA: Tribunale Europeo, Unione Europea, Governo Italiano

Le api hanno bisogno del nostro aiuto. Proibite i pericolosi insetticidi neuroattivi per l’agricoltura.

Leggi tutta la lettera

Le multinazionali chimiche BASF, Dow e Syngenta producono insetticidi altamente pericolosi di uso agricolo. I così chiamati neonicotinoidi eliminano tutti gli insetti incluse le api e bombi. Anche Monsanto e Dupond vendono sementi trattate con queste sostanze. 

I pesticidi non solo uccidono nei campi agricoli. Sono sufficienti minime quantità di veleno che aderiscono al pulviscolo per diffondere a larga distanza l’effetto mortale di questi insetticidi. Come è successo nell’aprile del 2008 nella Valle del Reno, in Germania. Il raccolto di mais trattato con neonicotinoidi ha causato la morte massiccia delle api. In Italia dal 2008 il crollo delle api è stato del 40%, una cifra allarmante considerando che l’Italia è il terzo paese al mondo per produzioni legate all’apicoltura. 

A causa della morte delle api in Europa, la Commissione Europea ha limitato fortemente l’uso di neonicotinoidi clotiandina, tiametoxam e imidacloroprid, così come la sostanza fipronil. Le compagnie BASF, Bayer e Syngenta hanno presentato tre denunce al Tribunale Europeo.

La Dow Chemicals ha prodotto il nuovo insetticida sulfoxaflor, altamente velenoso.

È anche una neurotossina. Nonostante questo, la Commissione Europea a luglio 2015 ha autorizzato l’uso del sulfoxaflor. 

Negli USA, apicultori ed ambientalisti celebrano invece un successo giuridico. Lo scorso settembre 2015, la corte d’appello della California ha dato loro ragione proibendo l’uso del sulfoxaflor. L’agenzia statunitense di protezione ambientale non avrebbe dovuto approvare la sostanza, perché è altamente pericolosa per le api e gli studi presentati non hanno potuto dimostrare la non pericolosità per le api.

Per favore, esigete la proibizione definitiva dei neonicotinoidi ed altri insetticidi neuroattivi  come il fipronil e il sulfoxaflor nell’Unione Europea.

Infor­mazioni

Api, bombi ed altri impollinatori sono molto importanti ed insostituibili in natura. Aiutano nella riproduzione dell’80% delle piante. A partire dai fiori che impollinano si sviluppano le sementi ed i frutti dai quali dipende il cibo di uomini ed animali.

L’Unione Europea stima che il valore economico delle api per l’agricoltura nella UE sia di almeno 22 milioni di euro annuali. Ci danno anche il miele, il polline e la cera.

I neonicotinoidi uccidono api ed altri insetti in quantità molto ridotte. Per questo è difficile dimostrare l’avvelenamento delle api direttamente per l’uso dei neuroattivi in agricoltura. Le aziende chimiche ed i produttori di sementi negano la relazione con la morte delle api e segnalano altri possibili cause come l’invasione di acari negli alveari.

Nel marzo 2015, la Federazione per l’Ambiente e la Protezione della Natura (BUND) della Germania ha ottenuto una sentenza positiva contro la multinazionale Bayer. La BUND può dire senza restrizioni che due pesticidi prodotti dalla Bayer sono pericolosi. I giudici hanno dato a loro volta ragione ai difensori della natura riguardo alla confusione che creano i prodotti a marchio Bayer nei consumatori dal momento che risaltano la loro non pericolosità per le api. 

Le tracce delle sostanze chimiche più durevoli si possono rintracciare nelle piante, suoli e nelle acque. Non solo minacciano gli insetti, ma anche i pesci, gli anfibi, gli uccelli, i mammiferi e gli esseri umani.

Il 20 luglio 2015, il Ministero dell’Agricoltura tedesco ha proibito con un decreto legge la coltivazione ed il commercio in Germania delle sementi trattate con neonicotinoidi clotiandina, imidaclorprid e tiametoxam. 

 

Articoli dell’Agenzia Europea per la Sicurezza Alimentare (EFSA)

26 agosto 2015: Neonicotinoids: foliar spray uses confirmed as a risk to bees 

11 marzo 2015: Conclusion on the peer review of the pesticide risk assessment of the active substance sulfoxaflor.  

 

 

Lettura

CA: Tribunale Europeo, Unione Europea, Governo Italiano

Gentili Signore, Egregi Signori:

per favore proibite definitivamente l’uso degli insetticidi neuroattivi del gruppo dei neonicotinoidi, così come la sostanza fipronil per l’agricoltura. Studi scientifici indipendenti e valutazioni dell’Agenzia Europea per la Sicurezza Alimentare (EFSA) dimostrano la loro pericolosità per le colonie di api e la loro relazione con la sparizione massiccia delle api a livello mondiale. A queste sostanze chimiche si aggiunge il nuovo pesticida sulfoxaflor della Dow Chemicals, il cui uso è stato autorizzato dalla Commissione Europea a luglio 2015.

A settembre 2014, una corte d’appello statunitense ha considerato l’introduzione del sulfoxaflor negli USA come contraria alla legge, dando ragione ai difensori delle api e della natura. Il tribunale ha giustificato la sua decisione a causa del “pericolo per le api”, “informazioni errate e limitate” e per la mancanza di “prove sostanziali” del produttore.

In generale, non è giustificabile dal punto di vista ecologico, etico e legale, che l’introduzione di un pesticida nella UE uccida una grande quantità di insetti benefici come le api e i bombi che sono una componente fondamentale della natura e che non rappresentano alcuna piaga.

Distinti saluti

News e aggior­namenti
Firma la petizione

Arriviamo a 300.000:

288.118
Attività recenti