Brasile: Emergenza nella Foresta Amazzonica, Sostegno per i Surui

Bambino del popolo Paiter Surui del Brasile (© KEIN CREDIT)

Un appello disperato degli indigeni Paiter Surui al mondo: gruppi di taglialegna illegali armati, garimpeiros –cercatori d’oro e diamanti - si avventurano nella loro foresta, abbattendo alberi, minacciano la popolazione. Esigiamo al governo brasiliano di agire senza indugi per impedire la deforestazione.

Lettera

CA: Governo del Brasile, Presidente Michel Temer e Ministri responsabili

Il governo brasiliano deve proteggere la foresta degli indigeni Paiter Surui dai taglialegna illegali e dai cercatori d’oro e diamanti.

Leggi tutta la lettera

I Paiter Surui vivono in un territorio di 250.000 ha nella foresta Amazzonica. Quanto segue è una traduzione in sintesi dell’originale scritto in portoghese dagli indigeni, indirizzato all’ opinione pubblica mondiale.

"Rondônia, Brasile, 13 Ottobre 2016

Mi chiamo Almir Narayamoga, leader del popolo indigeno Surui. Il nostro popolo vive nello stato di Rondônia, in Brasile.

Questa è una richiesta di aiuto, per favore, ascoltateci!

Dall'inizio del 2016, abbiamo subito l'invasione massiccia di taglialegna e cercatori di diamanti e oro. Ogni giorno, 300 camion lasciano il nostro territorio ricco di legno che proviene 600 ettari di foresta disboscata. Secondo la Costituzione brasiliana, è illegale disboscare nelle riserve indigene.

Gli invasori utilizzano macchinari tipo Caterpillar. Abbiamo trovato mercurio e cianuro in tre fiumi come risultato delle attività dei garimpeiros.

Le implicazioni sono terribili. Al di là dei danni ambientali che minacciano il nostro stile di vita, queste invasioni minacciano direttamente le nostre famiglie ed i bambini. Se non collaboriamo con loro, ci puntano c le armi alla testa! Inoltre, tentano di corrompere alcuni membri della comunità con il denaro. Per mancanza di alternative, alcuni accettano. La situazione è terribile! 

Nonostante la nostra richiesta di aiuto contro questa mafia, il governo non reagisce. Il suo silenzio è complice di questa distruzione della foresta e del nostro popolo!

Non sappiamo più cosa fare, aiutateci!

1.Scrivete alle ambasciate brasiliane nei vostri paesi.

2.Boicottate i prodotti brasiliani.

3.Autorità politiche inviate missioni di osservazione internazionale contro la deforestazione.

4.Diffondete tra le reti di contatto e di sostegno questo appello".

Infor­mazioni

Paiter Surui

I Paiter Surui sono uno degli oltre 240 popoli indigeni del Brasile. Il loro territorio si trova nello stato di Rondônia, nella parte nordoccidentale del paese, a circa 30 chilometri a nord della città Cacoal.

Solo nel 1969 i Paiter Surui sono entrati in cotatto con il così detto mondo moderno, fino ad allora avevano vissuto isolati nella foresta. Con il loro stile di vita tradizionale in armonia con la natura, gli indigeni hanno mantenuto l'integrità della foresta. Le loro attività comprendono la caccia, l’agricoltura transumante in piccoli appezzamenti, la pesca e la raccolta di frutta, miele e piante medicinali, oltre all'uso di foglie di palma per coprire le vivande.

Taglialegna, i coloni e i grandi proprietari terrieri e speculatori edilizi hanno già tagliato ampie aree di foresta in Rondônia. Dove fino a pochi anni fa c'era una foresta vergine biodiversa ora si estendono i pascoli per il bestiame, la canna da zucchero e la monocoltura di soia, discariche e terre degradate. Rondônia è lo stato brasiliano con il più alto tasso di deforestazione nell’Amazzonia. La metà dei 200.000 chilometri quadrati di foresta è già stata tagliata.

La riserva "Sete de Setembro" di 250.000 ettari riconosciuta ai Paiter Surui è oggi una delle ultime aree di foresta intatta in Rondônia, ed è circondata da aree già disboscate, strade e insediamenti di popolazione (vedi foto satellitare).

Territorio degli indigeni Surui

Terra Indigena Suruí

Almir Surui, 41 anni, dedica la sua vita a preservare la foresta. E 'stato uno dei primi della sua etnia che ha studiato all'università. Ha creato una rete di contatti in tutto il mondo. La misurazione e la mappatura del territorio indigeno, fanno parte delle sue iniziative. Un articolo dettagliato dello Smithsonian Institute "Ribelle della Foresta (Rain Forest Rebel)" fa luce sulla sua storia.

Inoltre, i Paiter Surui dal 2013 portano avanti un progetto REDD + (Riduzione delle emissioni da deforestazione e degrado forestale). L’acronimo REDD comprende un concetto di protezione del clima globale che finanzia la conservazione delle foreste come serbatoi di carbonio. Chi causa le emissioni che danneggiano il clima pagano i proprietari delle foreste per la loro opera di conservazione.

Se questa pratica in materia di clima globale e di conservazione forestale sia di aiuto è qualcosa che è messo in discussione costante. In questo progetto REDD + del popolo Paiter Surui con società di cosmetici brasiliana Natura ci sono stati conflitti interni tra i membri della comunità, denunciano alcuni. La popolazione stessa chiede di porre fine al progetto REDD + .

Tutti gli sforzi per difendere la foresta e preservare lo stile di vita dei popoli indigeni sono destinati al fallimento se il governo brasiliano non fa nulla per far rispettare le leggi. Il governo e le sue istituzioni hanno un atteggiamento passivo rispetto all’attività di saccheggio della foresta e delle riserve indigene di taglialegna, coloni, garimperos e degli speculatori anche quando minacciano e privano dei loro diritti i residenti della zona.

Video: Il popolo Paiter Surui

Per maggiori informazioni:

In portoghese

Lettera originale con l’appello e la richiesta di aiuto

Sito web dell’organizzazione indigena Paiter Surui 

Facebook in portoghese Emergencia Chamada Floresta Surui 

In inglese

Appello dei Paiter Surui su Facebook 

Articolo in inglese nella rivista The Ecologist "This is my cry of alarm, please listen to me!” (Questo è il mio grido di aiuto, per favore ascoltatemi!) 

Articolo "RainForest Rebell" dello Smithsonian Institute 

Articolo su REDD-Monitor articolo "Leaders of the Paiter Surui ask that the carbon project with Natura be terminated”

In italiano

Articolo di Survival “Minacce di morte agli indiani brasiliani Surui” 

Lettura

CA: Governo del Brasile, Presidente Michel Temer e Ministri responsabili

Signor Presidente, Signor e Signori Ministri,

gli indigeni Paiter Surui hanno indirizzato un appello disperato al mondo. Il loro territorio ancestrale nello stato di Rôndonia viene saccheggiato da mesi dai taglialegna armati e dai garimpeiros – cercatori d’oro e diamanti.

Circa 300 camion carichi di legno tropicale lasciano ogni giorno la zona. I fiumi sono contaminati con il cianuro ed il mercurio, gli abitanti sono minacciati con le armi.

Il governo brasiliano ignora le richieste di aiuto da parte degli indigeni rendendosi complice con il suo silenzio della distruzione delle foreste e della scomparsa del popolo Paiter Surui, scrive uno dei leader indigeni nel loro appello.

Per questo, chiediamo in nome del popolo Paiter Surui e come cittadina / -o del mondo preoccupato: senza indugio, prendete tutte le misure necessarie per proteggere dalla distruzione in modo duraturo i 250.000 ettari di foreste dei Paiter Surui. Garantite inoltre i loro diritti e la loro vita.

Distinti saluti,

Questa petizione è disponible in queste lingue:

Firma la petizione

Arriviamo a 200.000:

193.455
Attività recenti