La foresta dei Temiar è in pericolo

Le comunità indigene bloccano una strada forestale in Malesia occidentale Le comunità indigene bloccano una strada forestale in Malesia occidentale (© Freunde der Naturvölker)

I taglialegna stanno distruggendo le foreste della provincia malese di Kelantan. Gli indigeni Temiar hanno costruito barricate per proteggere la loro terra da ulteriori saccheggi, ma il governo reprime con la violenza la loro protesta pacifica. Dimostrate la vostra solidarietà con il popolo Temiar firmando la nostra petizione, grazie.

Lettera

CA: Al governo della Malesia e lo stato di Kelantan

I taglialegna stanno distruggendo le preziose foreste a Kelantan. Fermiamo il saccheggio della natura e l'assalto alla dimora ancestrale del popolo Temiar.

Leggi tutta la lettera

Le colline del nord della Malesia sono ricoperte da una fitta foresta pluviale - dimora del popolo Temiar. Però, nello stato di Kelantan è iniziato un conflitto per l’accaparramento della terra che minaccia la foresta ancestrale e i suoi abitanti. I taglialegna si addentrano sempre più nella Riserva Forestale di Balah e il governo sta calpestando i diritti dei popoli indigeni rilasciando concessioni di sfruttamento sulla loro terra ancestrale. Più della metà delle foreste del Kelantan sono già state distrutte e sostituite con monocolture di palma da olio e alberi da gomma.

I Temiar resistono all'invasione e custodiscono la loro terra, costruendo barricate, blocchi stradali, capanne e appendono striscioni. Centinaia di uomini, donne e bambini uniti,  protestano ai posti di blocco lasciando passare solo la gente del luogo. Al posto di blocco di Simpang Petei, hanno impedito ai camion di trasportare 300 tonnellate di tronchi.

Il governo sta reagendo con la forza. Le barricate sono state smantellate ripetutamente e decine di manifestanti sono stati arrestati, non sono mancati  spari di avvertimento e incendi delle barricate. Durante l'ultima azione della polizia nel mese di gennaio, due giornalisti di Channel NewsAsia sono stati arrestati e minacciati da funzionari forestali.

Lo studio An Insight to the Kelantan Timber Industry  riporta la corruzione diffusa nell'industria del legno. Il processo di attribuzione delle concessioni è fortemente opaco e le compagnie del legname operano impunemente.

Per i Temiar perdere la terra significa la fine della loro cultura: stanno delimitando la loro terra, registrando formalmente i titoli di proprietà e allo stesso tempo ostacolano i taglialegna pacificamente ma in modo persistente.

Solidarizzate con il popolo Temiar firmando la nostra petizione. Grazie!

Infor­mazioni

La conseguenza della deforestazione: aumento delle inondazioni

Gli ambientalisti ritengono che la distruzione della foresta sia da considerarsi come un fattore importante nelle devastanti inondazioni del 2014 che hanno ucciso 21 persone ed hanno lascaito 200.000 senzatetto. Senza la copertura forestale che cattura e immagazzina normalmente una grande quantità di acqua piovana, le piogge torrenziali scorrono liberamente lungo i pendii causando le inondazioni.

Audio: http://www.bfm.my/siti-zabedah-sophine-tann-temiar-community-and-the-forest.html

Video: http://www.thestartv.com/episode/orang-asli-group-wants-mb-to-meet-them-over-land-issue/

Lettura

CA: Al governo della Malesia e lo stato di Kelantan

Egregio Signor Anizam Ab Rahman,
Egregio Signor Mohd Amar Nik Abdullah,
Signore e Signori,

Sono preoccupato ed irritato per il sostegno che il governo di Kelantan sta dando all’industria del legname che fomenta la distruzione delle foreste pluviali per il mero profitto. La foresta è da generazioni la dimora del popolo Temiar Orang Asli.

Più della metà della superficie della foresta pluviale di Kelantan è già stata eliminata e sostituita da piantagioni di palma da olio e di gomma. Le popolazioni indigene e gli animali non possono assolutamente sopravvivere in questi territori occupati da monocolture.

La distruzione delle foreste pluviali per il mero profitto avrà conseguenze disastrose per Kelantan, la Malesia e il pianeta nel lungo periodo. Inoltre, segna la fine della cultura dei Temiar Orang Asli, che non hanno altra scelta se non assistere alla distruzione della loro terra ancestrale.

Vi esorto a fermare questo attacco alla foresta, agli animali e ai diritti del popolo Temiar.

Cordiali saluti,

Firma la petizione

Arriviamo a 150.000:

133.214
Attività recenti