Mille oranghi minacciati: fermate la piantagione a Sungai Putri!

orangutan Gli oranghi hanno bisogno di foreste intatte (© Globalfilm)

L'olio di palma non è un flagello solo per gli oranghi: un’ azienda fornitrice dell'industria cartiera vuole stabilire piantagioni nelle foreste vergini di Sungai Putri nel Borneo e minaccia l'esistenza di più di mille primati. Chiediamo al presidente indonesiano di agire in fretta!

Lettera

CA: Al Presidente Joko Widodo e alle altre autorità indonesiane

Grazie per proteggere le torbiere di Sungai Putri e gli oranghi contrastando la creazione di piantagioni per l'industria cartiera.

Leggi tutta la lettera

La regione di Sungai Putri "figlia del fiume", questo il nome indigeno, è parte della più grande zona umida d'acqua dolce dell'Asia. Situata sulla costa sud-occidentale del Borneo, vanta un paesaggio mozzafiato ed un ecosistema di torbiere eccezionale. Circa un terzo dei 550 km2 è coperto da foreste primarie.

Oltre un migliaio di oranghi vivono nella fitta foresta, nascosti fra le cime degli alberi giganti. Gli scienziati li hanno scoperti solo da dieci anni. Gli indigeni, però, hanno sempre saputo dell'esistenza degli "uomini della foresta".

Oggi, la loro sopravvivenza è minacciata: da dicembre 2016, l'azienda Mohairson Pawan Khatulistiwa (PT MPK) vuole drenare le torbiere per implementare piantagioni di alberi a crescita rapida.

La società sembra preoccuparsi poco del divieto per l’implementazione di nuove piantagioni nelle foreste primarie e nelle torbiere voluto dal governo indonesiano dopo i gravi incendi del 2015.

"Le parole del governo per proteggere le foreste tropicali e le torbiere non sono sufficienti. Ci aspettiamo azioni concrete! "Protesta Agus Sutomo della nostra organizzazione partner Link-AR Borneo.

La conservazione delle torbiere è fondamentale per la sopravvivenza degli oranghi, ma anche per la nostra. I terreni torbosi immagazzinano grandi quantità di carbonio ed il loro degrado aumenta il riscaldamento globale. Gli incendi forestali e delle torbiere in Indonesia costituiscono il 15 - 30% delle emissioni globali di gas serra.

Gli ambientalisti hanno allertato le autorità responsabili per le foreste e le torbiere. L’azienda ha chiaramente una concessione in questa zona di alto valore ecologico.

Chiediamo al governo indonesiano di proteggere in modo efficace e senza indugi le foreste di torba di Sungai Putri.

Infor­mazioni Lettura

CA: Al Presidente Joko Widodo e alle altre autorità indonesiane

Egregio Signor Presidente,
Egregio Signor Ministro
Gentile Signora Direttrice,

Le foreste tropicali e le torbiere dell'Indonesia sono ricche di biodiversità inestimabile. Sono un tesoro non solo per il vostro paese, ma essenziali anche per l'intera umanità. A seguito dei devastanti incendi del 2015, sono stati fatti grandi sforzi da parte vostra per proteggere le foreste primarie e in particolare le foreste di torba: il clima e la biodiversità ne hanno beneficiato.

Ora, la società PT Mohairson Pawan Khatulistiwa vorrebbe eliminare le foreste di torba di alto valore ecologico a Sungai Putri nel distretto di Ketapang (Kalimantan Occidentale) per implementare piantagioni di alberi, così come hanno fatto altre società cartiere e di palma da olio.

A Sungai Putri si trova uno degli ultimi habitat per gli oranghi del Borneo. Questa è una zona umida di acqua dolce di importanza globale.

Vi esorto a contrastare immediatamente ed efficacemente questo progetto distruttivo. La moratoria introdotta per le piantagioni deve valere per tutte le aziende.

Distinti saluti,

Firma la petizione

Arriviamo a 200.000:

154.575
Attività recenti