NO all’approvazione degli eucalipti transgenici!

Piantagione di eucalipto in Sud Africa Non è una foresta, è un deserto verde (© Rettet den Regenwald/Mathias Rittgerott)

Il laboratorio nordamericano di biotecnologia ArborGen sta chiedendo il permesso di piantare eucalipti transgenici resistenti al freddo. Se l'azienda riuscirà ad introdurre le piantagioni di eucalipto transgenico, le regioni che in precedenza erano troppo fredde per l’eucalipto verranno invase. Firma la petizione.

Lettera

CA: Al Presidente degli Stati Uniti Donald J. Trump; al Segretario dell’agricoltura Sonny Perdue; al Servizio per l’ Ispezione sanitaria di animali e piante USDA

L’eucalipto transgenico rappresenta una minaccia per l'ambiente, il clima e gli esseri umani. Né gli Stati Uniti né qualsiasi altro paese dovrebbero approvarlo.

Leggi tutta la lettera

Fino ad oggi, l'espansione delle piantagioni di eucalipto non era possibile in alcune zone a causa della loro incapacità di sopravvivere a temperature fredde. L'ingegneria genetica ha creato delle specie che sopravvivono in luoghi freddi. Ora, alcune regioni in precedenza non adatte sono a loro volta minacciate.

Per decenni, l'espansione delle piantagioni di eucalipto hanno distrutto le foreste naturali. Le piantagioni di eucalipto hanno effetti negativi. L’eucalipto è una specie invasiva che provoca danni permanenti all'ecosistema della foresta. Le piantagioni consumano una quantità enorme di acqua causandone la scarsità e favoriscono l'aumento degli incendi boschivi. Inoltre, queste monocolture non ospitano animali selvatici. Spesso, le piantagioni distruggono le terre e i mezzi di sussistenza delle comunità locali ed indigene.

"L'approvazione dell’ eucalipto resistente al freddo della ArborGen rappresenterebbe una minaccia per le foreste degli Stati Uniti e del mondo", afferma Anne Petermann di Global Justice Ecology Project che ha una campagna mirata contro gli alberi transgenici.

La richiesta di eucalipto a crescita rapida è in aumento in parte a causa della promozione del pellet di legno come energia "verde", e la politica climatica della UE che promuove la combustione di biomassa per l'energia.

Il Dipartimento dell’ Agricoltura degli Stati Uniti raccoglie fino al 5 luglio i commenti pubblici sulla richiesta di ArborGen. "Vogliamo raccogliere 500.000 firme per impedire l'approvazione", dice Anne Petermann. Da notare che in tutto il mondo ci sono movimenti che rifiutano le piante geneticamente modificate, tra le ragioni a sostegno: i loro possibili effetti a lungo termine non sono sufficientemente indagati.

Firma per impedire l'approvazione e la deregolamentazione degli eucalipti transgenici.

Infor­mazioni

La biotecnologia o ingegneria genetica manipola il materiale genetico in questo caso l'albero inserendo DNA di un'altra specie per garantire che abbia determinate proprietà; che gli alberi siano resistenti al freddo, la struttura del legno sia più adatta per la produzione di carta, polpa o biomassa, e che siano resistenti a parassiti e malattie.

Gli alberi geneticamente modificati sono una nuova area di ricerca. Di conseguenza, non è possibile prevedere gli effetti del loro trattamento a lungo termine, soprattutto se si considera che gli alberi vivono per decenni o secoli.

 

Link relazionati al tema: 

Campagna di informazione sugli alberi geneticamente modificati e gli impatti negativi segnalati da Global Justice Ecology Project.

Petizione in inglese che è possibile firmare sullo stesso tema.

Sito web di USDA  sul quale è possibile aggiungere commenti sulla richiesta di approvazione degli alberi geneticamente modificati di Arbor Gen

Articolo (in inglese) di Global Justice Ecology Project: Quale impatto avrà la presidenza di Donald Trump sul futuro degli alberi geneticamente modificati?

 

Informazioni sull'azienda ArborGen 

La richiesta di approvazione degli eucalipti transgenici della società ArborGen si trova in questa lista di richieste dirette al Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti.

Il testo completo del Brogliaccio dello Studio di Impatto Ambientale (500 pagine, in inglese), nel quale l'azienda richiede l'approvazione per coltivare eucalipti transgenici di due varietà in modo non regolamentato.

Maggiori informazioni con link sulla coltura e l'espansione di eucalipt

Troppo eucalipto nel mondo?

Di fatto, la coltivazione di eucalipto si sta rapidamente espandendo in molti paesi, con l'obiettivo di produrre pasta di cellulosa, carta e bioenergia.

Molti degli incendi boschivi verificatosi in Cile nel gennaio di quest'anno, o in Spagna e in Portogallo l'estate scorsa, sono in gran parte dovuti alla proliferazione dell’ eucalipto.

In Cile alcuni mezzi di comunicazione, nonostante raramente relazionino gli incendi all'espansione degli eucalipti, riportano allo stesso tempo che gli incendi stanno diventando sempre più estesi e più frequenti ogni anno, come la coltivazione di eucalipto. Altri articoli riportano i gravi incendi forestali avvenuti recentemente in altri paesi, che sono precisamente paesi come l'Australia, l'Argentina o il Portogallo, con grandi estensioni di eucalipto. Altri articoli danno spiegazioni più confuse e contraddittorie scegliendo titoli come " Le foreste artificiali che contribuiscono alla diffusione degli incendi in Cile", dando voce, però, alle lobby di gestire il dibattito a favore dell’eucalipto relazionandolo con lo "sviluppo".

Il Brasile è un altro dei paesi in cui l'espansione dell’ eucalipto è diffusa, gestita dalle grandi aziende a scapito dell’ accesso alla terra della popolazione contadina, che si è organizzata in movimenti come i Sem Terra, che continuano a battersi per garantire l'accesso alla terra per le contadine e i contadini e che vivono la ricerca sulle specie arboree transgeniche come una minaccia reale. Questo tipo di azioni di protesta diretta si ripetono anno dopo anno.

Lettura

CA: Al Presidente degli Stati Uniti Donald J. Trump; al Segretario dell’agricoltura Sonny Perdue; al Servizio per l’ Ispezione sanitaria di animali e piante USDA

La ArborGen, un laboratorio di biotecnologie con sede in South Carolina, ha presentato una richiesta di approvazione per la coltivazione dei suoi alberi di eucalipto geneticamente modificati resistenti al freddo. Se il Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti approvasse la richiesta di ArborGen, costituirebbe un precedente che aprirà la strada alle piantagioni di eucalipto nelle regioni fredde che non sono naturalmente adatte a questa specie, includendo anche il sud degli Stati Uniti. Questa eventualità rappresenta una grave minaccia per le foreste, dal momento che le monocolture di alberi esistenti sono già un disastro ambientale e sociale.

Di seguito vi segnaliamo gli impatti ambientali e sociali devastanti della monocoltura di eucalipto in paesi come il Sud Africa e il Cile:

- L’eucalipto è un specie invasiva che può danneggiare in modo permanente il complesso dell'ecosistema forestale.

- Non si può ancora prevedere l'impatto finale dell'espansione di eucalipto geneticamente modificato.

- La tendenza a tagliare le foreste native ricche di biodiversità e sostituirle con piantagioni di eucalipto - che non fungono da habitat naturale per la fauna selvatica - rappresenta una seria minaccia per le specie rare e minacciate.

- Le piantagioni di eucalipto minacciano il suolo e l'acqua. Necessitano di grandi quantità di prodotti agrochimici tossici come fertilizzanti, pesticidi ed erbicidi. Il loro consumo di acqua incide notevolmente nella presenza di acque sotterranee.

- Gli alberi di eucalipto sono altamente infiammabili, soprattutto nelle stagioni secche e nei periodi di siccità.

- La deforestazione e la sostituzione con piantagioni industriali di alberi è una delle principali fonti di emissioni di carbonio e le piantagioni incamerano meno carbonio rispetto alle foreste naturali.
L’approvazione della varietà di eucalipto della Arborgen fomenterebbe la coltivazione di altre specie di alberi geneticamente modificati come pino e pioppo, con impatti e conseguenze globali.

Vi preghiamo di prendere in considerazione queste osservazioni e le preoccupazioni dei cittadini di tutto il mondo nel prendere questa decisione. Gli Stati Uniti non dovrebbero approvare la varietà di eucalipto geneticamente modificato resistente al freddo (FTE FTE 427 e 435) e le altre specie di alberi geneticamente modificati.

Cordiali saluti,

Firma la petizione

Arriviamo a 150.000:

125.594
Attività recenti