Vogliamo evitare lo sterminio degli ippopotami

Ippopotami Ippopotami nel fiume (© Frei)

In Zambia, chi pratica la caccia sportiva per divertirsi potrebbe uccidere fino a 2.000 ippopotami. La popolazione di ippopotami è "troppo grande". Questa la giustificazione del governo, che ha poca consistenza. Le vere ragioni sono economiche. Chiediamo che gli ippopotami possano vivere!

Lettera

CA: Presidente della Repubblica dello Zambia, Edgar Chagwa Lungu

Siamo allarmati dai piani del governo dello Zambia che consente la caccia di 2000 ippopotami. Fermate questo sterminio immediatamente e definitivamente.

Leggi tutta la lettera

Succede nel Luangwa National Park. I cacciatori di trofei sarebbero autorizzati a uccidere fino a 2.000 ippopotami nei prossimi cinque anni. Il tour operator del programma di caccia Umlilo propone safari che permettono a ogni cacciatore di sparare a cinque animali per US $ 14.000 a persona.

Il governo dello Zambia giustifica questa decisione basandosi sulla tesi secondo cui a Luangwa ci sono "troppi ippopotami" che mettono in pericolo l'ecosistema fluviale e la vita di altre specie.

Gli ippopotami avrebbero distrutto le rive del fiume. Inoltre, uccidere aiuterebbe a combattere l'antrace, una malattia batterica. 

Il ministro del Turismo dello Zambia conferma l'azione, e probabilmente fisseràa un limite massimo di caccia di 250 unità l'anno.

Gli ambientalisti di Born Free sono molto critici.

Il governo non ha fornito alcun tipo di prova scientifica sulla sovrappopolazione. Al contrario, uno studio accademico dimostra che le uccisioni non regolarebbero il numero di ippopotami. Inoltre, non è convincente prevenire l'antrace uccidendo animali sani.

Le argomentazioni sembrano retoriche, mentre le motivazioni di fondo sembrerebbero di natura economica. Quello che governo e imprese si aspettano è che i cacciatori stranieri portino entrate nel paese. Ma è un'arma a doppio taglio, perché la reputazione dello Zambia subirebbe un danno agli occhi di chi vuole godersi le bellezza del paese. 

È un'azione particolarmente irresponsabile perché gli ippopotami sono una specie considerata vulnerabile. Si stima che solo 130.000 esemplari vivano in libertà.

Nel 2016, lo Zambia aveva pianificato un simile massacro, ma lo ha abbandonato in seguito alla pressione internazionale. Ora stiamo cercando di ottenere lo stesso risultato.

Firma la nostra petizione al governo dello Zambia e chiedi: Lasciate in vita gli ippopotami!

Infor­mazioni

Il parco nazionale del South Luangwa

Il South Luangwa National Park è il santuario degli animali più famoso dello Zambia. È stato dichiarato area protetta nel 1938 e parco nazionale nel 1972. Ha una superficie di 9.050 km² ed è, pertanto, il più grande dei tre parchi nella valle di Luangwa. Il fiume è l'arteria che dà vita al parco e durante la stagione secca (da aprile a ottobre) offre eccellenti opportunità per osservare gli animali selvatici che si abbeverano alle restanti fonti d'acqua. A novembre iniziano le piogge e il paesaggio secco e quasi arido si trasforma in una vegetazione lussureggiante. 

Gli ippopotami sono minacciati

Gli ippopotami si trovano solo a sud del Sahara. La loro popolazione è stimata tra 115.000 e 130.000 animali. Di questi, 40.000 esemplari vivono in Zambia, più che in qualsiasi altro paese. Solo nel Luangwa ce ne sono 25.000. Gli ippopotami (Hippopotamus amphibius) sono in pericolo di estinzione. Tuttavia, la caccia è consentita in Zimbabwe, Sudafrica e Namibia.

L'origine della minaccia per gli ippopotami è chiaramente derivante dagli umani: la distruzione del loro habitat dovuta all'espansione dell'agricoltura. I contadini vedono spesso gli animali come predatori che devastano campi e piantagioni. Gli ippopotami sono anche cacciati per la loro carne, la loro pelle dura e l'avorio dei loro denti. Uno dei maggiori problemi sono i turisti ricchi che cacciano i trofei.

Lettura

CA: Presidente della Repubblica dello Zambia, Edgar Chagwa Lungu

Egregio Signor Presidente Edgar Chagwa Lungu:

Lo Zambia è noto per le sua bellezze naturali. Turisti di tutto il mondo si recano nel vostro paese per vedere elefanti e ippopotami allo stato brado.

Il piano del vostro governo che prevede l’uccisione di ippopotami fino ad un numero di 2.000 esemplari è spaventoso.

Di fatto, non sussiste alcuna prova scientifica che confermi una sovrappopolazione di ippopotami, che viene citata come giustificazione per il programma che consente la caccia. Eliminare gli ippopotami non contribuisce, per altro, al contrasto della malattia batterica dell'antrace.

Gli ippopotami sono una specie in via di estinzione e sono presenti nella Lista Rossa IUCN come specie "vulnerabili". Le uccisioni in Zambia invierebbero un segnale di portata devastante al mondo.

Per favore, rivedete e mettete fine a questo piano di sterminio selettivo insensato, senza indugi.


Cordiali saluti,

Firma la petizione

Arriviamo a 150.000:

139.690
Attività recenti