Crimine in Nigeria – la deforestazione deve fermarsi

I taglialegna mentre tagliano la foresta Tre taglialegna tagliano un albero appena abbattuto. La scena del crimine è lo stato di Cross River, Nigeria. (© Devcon)

Nell'ultima foresta pluviale della Nigeria, alberi spettacolari toccano il cielo. Qui vivono gorilla, scimpanzé ed elefanti. Ma l’inarrestabile deforestazione e una strada di accesso per facilitarla stanno distruggendo questa foresta. I popoli indigeni stanno organizzando la loro resistenza e hanno bisogno del sostegno internazionale.

Lettera

CA: Alla C. A.: Signor Presidente Muhammad Buhari, Onorevole Mohammad Mahmood Abubakar, Ministro dell'Ambiente, Onorevole Abubakar Malami, Ministro della Giustizia

“Fermare il taglio illegale e la distruzione delle foreste pluviali nello Stato di Cross River in Nigeria.”

Leggi tutta la lettera

Una nuova ondata di distruzione sta raggiungendo la foresta pluviale dello stato di Cross River, una delle poche rimaste in Nigeria.

La regione che circonda il sito chiamato Boki è "piena di mucchi di legname in attesa di essere recuperati", spiega Odey Oyama, direttore esecutivo del Rainforest Resources and Development Centre. A diversi chilometri nella foresta, ha osservato "un disboscamento dilagante". Oyama incolpa della distruzione un "cartello criminale del legname". 

Nel territorio degli indigeni Ekuri, il capo Edwin Ogar ha denunciato il "massacro su larga scala". La compagnia Sibawood ha iniziato a tagliare 20.000 ettari di foresta pluviale biodiversa avvalendosi di una licenza che non è più valida dal 1989. Oltre ai bulldozer che hanno già iniziato a tagliare la foresta, stanno costruendo una strada per estrarre il legname

Edwin Ogar accusa il governo di Cross River di essere complice della distruzione della foresta. "Stanno trattando con disprezzo i diritti tradizionali di accesso degli Ekuri alla loro foresta ancestrale.

Il governo nega di aver commesso errori e sostiene di non avere semplicemente la capacità di fermare i "criminali del legname". Tuttavia, il governatore Ben Ayade è noto per il suo disinteresse per le foreste: nel 2016, ha voleva consentire il disboscamento di ampie aree del Parco Nazionale River Cross e della foresta comunitaria Ekuri per un progetto di una "super autostrada". Solo una resistenza determinata e di massa ha impedito questo scellerato progetto .

Di fronte alla minaccia per l’esistenza della foresta, 24 anziani della comunità Ekuri, tra cui i capi Edwin Ogar e Abel Egbe, hanno scritto una lettera urgente al presidente nigeriano Muhammad Buhari, senza ottenere risposta.

Ecco perché i difensori della foresta di Cross River contano sul sostegno internazionale. Per favore, unitevi alla petizione con la vostra firma.

Infor­mazioni

Traduzione della lettera del popolo Ekuri al presidente nigeriano Muhammad Buhari, 4 maggio 2021:

La costruzione della seconda superstrada minaccia la foresta della comunità degli Ekuri: un appello per fermare la costruzione della strada e il taglio della foresta di Ekuri. 

Sua Eccellenza:

Vi scriviamo a nome del popolo indigeno della comunità degli Ekuri, che si trova nella zona di Akamkpa dello Stato di Cross River, e che possiede la foresta comunitaria di Ekuri di 33.600 ettari, la più grande e più rigogliosa foresta gestita da una comunità in Nigeria. Siamo stati applauditi a livello locale, nazionale e internazionale per aver dimostrato passione, impegno e sforzi encomiabili nel corso degli anni nella conservazione e nell'uso sostenibile della biodiversità che supporta quotidianamente i nostri mezzi di sussistenza a beneficio delle generazioni presenti e future.

La ringraziamo, Signor Presidente, perché quando il progetto della superstrada nel 2016 ha minacciato la foresta della comunità degli Ekuri e la nostra esistenza, lei è venuto in nostro aiuto per far deviare il tracciato della superstrada lontano dalla foresta di Ekuri. L'avete fatto per la ricchezza e il carattere iconico di questa foresta, che contribuisce anche agli impegni presi dalla Nigeria negli accordi internazionali sull'ambiente.

Desideriamo informarvi che le minacce alla foresta comunitaria di Ekuri non sono finite perché il governo dello Stato di Cross River, attraverso la Commissione Forestale dello Stato di Cross River (CRSFC), ha approvato un'altra superstrada che prevede nuovamente il taglio della foresta comunitaria di Ekuri. 

1. Il 18 gennaio 2021, il periodico online Detailingcrossriver ha dato la notizia che il presidente della CRSFC Tony Undiandeye "si è impegnato a sostenere il completamento della strada Iyamitet-New Ekuri" e a rivalutare l'accordo illegale di locazione forestale tra Sibawood Industry and Agriculture Nig. Ltd e il villaggio di New Ekuri, che possiede, insieme a Old Ekuri, la foresta comunitaria di Ekuri.

2. Si rammenti che nel 1989, Sibawood firmò segretamente e illegalmente un accordo ottenuto in modo fraudolento con alcune persone di New Ekuri per disboscare 20.000 ettari di foresta comunitaria senza il consenso libero, previo e informato dei due villaggi Ekuri, proprietari congiunti della foresta comunitaria.

3. Quando questo accordo ottenuto in modo fraudolento, firmato il 2 dicembre 1989 prima dell'incorporazione di Sibawood il 18 dicembre 1989, è stato reso pubblico nel 2004, la comunità Ekuri si è fortemente opposta. L’opposizione è culminata in una battaglia legale iniziata dalla comunità Ekuri, che ha ottenuto nel 1996 un'ingiunzione contro Sibawood, che è ancora in vigore.

4. In seguito alla pubblicazione su Internet, abbiamo risposto al presidente del CRSFC e presentato una lettera di protesta contro il progetto della superstrada e la riconvalida di un accordo illegale di locazione forestale che è stato anche annullato in sede giudiziaria; ottenendo da parte del governo dello Stato di Cross River l'annullamento di tutti gli accordi di concessione forestale del 1994 e il divieto di disboscamento del 2008.  

5. Secondo la pubblicazione online, l'alto capo Undiandeye ''ha sostenuto che con il passare del tempo, e la moratoria ora in vigore, l’approvazione di concessioni non sarà più fattibile''. Ha inoltre osservato che ''come Commissione incaricata di garantire la protezione delle risorse forestali dalle conseguenze ambientali e data l'importanza strategica della foresta, il personale tecnico della Commissione, al fine di essere ben guidato, andrà sul campo per rivalutare la riconvalida dell'approvazione concessa in precedenza''. Il presidente ha lodato la resistenza della comunità (cioè gli Ekuri) ed ha anche ammonito la società a non violare nessuno dei processi di riconvalida". 

 6. Inoltre, il segretario permanente della Commissione, Timothy Akwaji, ha ribadito che l'inventario fatto nel 1995 non può essere utilizzato oggi perché gli scenari non sono più gli stessi. Ha lodato lo sforzo di conservazione della comunità (Ekuri), che, ha detto, ha conquistato l'ammirazione della comunità internazionale, aggiungendo che ci deve essere un equilibrio tra conservazione e sviluppo.

7. Signor Presidente, è triste informarla che il governo dello Stato di Cross River, attraverso la Commissione Forestale guidata dall'Alto Capo Tony Undiandeye, ha completato la validato nuovamente l’affitto illegale di 20.000 ettari di foresta di Ekuri a Sibawood Industry & Agriculture Nig. Ltd per procedere al taglio forestale, contravvenendo all'ordine del tribunale esistente e ad altre politiche governative che la Commissione dovrebbe far rispettare, ma delle quali ha abusato.

8. Di conseguenza, la Sibawood ha schierato i bulldozer, ha avviato la costruzione della strada Iyamitet - New Ekuri ed ha iniziato a marcare centinaia di alberi nella foresta di Ekuri per l'abbattimento, minacciando i mezzi di sussistenza, i servizi ecosistemici e la mitigazione del clima, senza tenere conto del contributo che questa foresta rappresenta per il benessere degli Ekuri, della Nigeria e del mondo in generale.

 9. I diritti consuetudinari della comunità Ekuri sulle loro terre forestali ancestrali sono stati trattati con disprezzo e impunità dal governo dello Stato di Cross River, poiché il nostro consenso libero, previo ed informato non è stato né cercato né ottenuto fin dalla sua concezione, rivalutazione, riconvalida e approvazione.

10. Inoltre, dal 2019 ad oggi, il disboscamento si è intensificato nella foresta della comunità di Ekuri nell'asse di Old Ekuri da parte dei taglialegna guidati da Hon. Felix Ikimo, che è attualmente un assistente speciale del presidente della zona di governo locale di Akamkpa. Il disboscamento, che consiste in legname e tronchi, è un evento traumatico, preoccupante e catastrofico, poiché le nostre petizioni al governatore dello Stato di Cross River e alla Commissione Forestale non hanno dato alcuna risposta positiva. Anche i nostri sforzi locali sono falliti, anzi, il disboscamento continua come al solito. L'On. Ikimo si è vantato pubblicamente e in diverse occasioni che sta per disboscare quell'asse della foresta comunitaria di Ekuri fino all'estinzione, dopo tutto, noi crediamo che abbia l'appoggio del governo dello Stato di Cross River perché nonostante tutti i nostri sforzi, il disboscamento continua senza tregua.

11. L'articolo 29 dell'UNDRIP 1. sancisce: I popoli indigeni hanno il diritto alla conservazione e alla protezione dell'ambiente e della capacità produttiva delle loro terre o territori e risorse. Gli Stati stabiliscono e attuano programmi di assistenza ai popoli indigeni per garantire tale conservazione e protezione, senza discriminazione". Tuttavia, il governo dello Stato di Cross-River ha fatto il contrario per separare noi e la foresta della comunità Ekuri dalla madre terra.

 12. Questa azione del governo dello Stato di Cross River contro di noi è una violazione della Convenzione 169 dell'Organizzazione Internazionale del Lavoro (ILO) sui popoli indigeni e tribali e della Dichiarazione delle Nazioni Unite sui diritti dei contadini e degli altri lavoratori rurali (UNDROP), di cui la Nigeria è firmataria.

13. È anche una violazione della Carta africana dei diritti dell'uomo e dei popoli, secondo la quale tutti i membri hanno il diritto di godere dei diritti e delle libertà riconosciuti e garantiti in questa Carta, senza discriminazioni di razza, etnia, colore, sesso, lingua, religione, opinione politica o altro, diritti nazionali e sociali, ricchezza, nascita o altro status, di cui la Nigeria è un membro fondatore.

14. Inoltre, è una violazione della Costituzione della Repubblica Federale della Nigeria, che ci garantisce i diritti alla vita derivanti dalla nostra terra, dalle foreste, dalle risorse e dai servizi ecosistemici.

15 Signor Presidente, la nostra umile preghiera è che lei usi il suo la sua diligenza per fermare questa riconvalida illegale di un contratto d'affitto ottenuto in modo fraudolento e fermare l'attuale assalto volto al disboscamento per distruggere la famosa foresta comunitaria Ekuri, che ha promosso l'immagine della Nigeria a livello globale in termini di conservazione, partecipazione dei popoli indigeni, mezzi di sussistenza e mitigazione del cambiamento climatico. Il suo intervento, Signor Presidente, salverà la foresta pluviale della comunità Ekuri dall'estinzione e i posteri apprezzeranno il suo impegno esemplare per dare loro una opportunità di migliorare le loro vite.

Grazie, Signor Presidente, le inviamo le nostre benedizioni.

Cordiali saluti

 

Lettera

CA: Alla C. A.: Signor Presidente Muhammad Buhari, Onorevole Mohammad Mahmood Abubakar, Ministro dell'Ambiente, Onorevole Abubakar Malami, Ministro della Giustizia

Egregio Signor Presidente Muhammad Buhari,
Onorevole Mohammad Mahmood Abubakar, Ministro dell'Ambiente,
Onorevole Abubakar Malami, Ministro della Giustizia

Lo stato di Cross River ospita la metà delle foreste pluviali rimaste in Nigeria ed è uno degli hotspot di biodiversità del mondo. Purtroppo, la deforestazione illegale è diffusa, e il governo di Cross River sembra essere schierato con i taglialegna. Questo ha gravi conseguenze per la biodiversità.

Questa situazione sta portando la Nigeria a rinnegare le sue promesse di affrontare la crisi climatica proteggendo le foreste.

Il taglio forestale diffuso e la distruzione nelle foreste degli Ekuri e di altre comunità (foreste comunitarie) - specialmente l'abbattimento di alberi da frutto e medicinali per il legname - sta impoverendo le comunità indigene, portandole alla fame e influendo negativamente sulla loro salute e benessere.
Questo è contrario ai primi tre obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite: 1. Povertà zero, 2. Fame zero, 3. Salute e benessere

Pertanto, chiediamo il vostro sostegno per:

- la protezione della biodiversità della foresta pluviale nello stato di Cross River.
- l’impegno contro il disboscamento illegale e il degrado ambientale.
- la silvicoltura comunitaria.
- la rigenerazione delle aree distrutte per ripristinare la foresta.

Cordiali saluti,

Questa petizione è disponible in queste lingue:

91.636 firmatari

Arriviamo a 100.000:

Attività recenti