Basta fare affari con l'industria della celleulosa del gruppo APRIL!

Orango con il suo piccolo Le filiali e i fornitori APRIL si espandono nelle foreste degli oranghi (© Istockphoto) Le piantagioni di eucalipto di TPL stanno riducendo la foresta pluviale La foresta pluviale diventa cartone usa e getta: piantagione Toba Pulp Lestari a Sumatra (© Hengky Manalu) Fotografo e manifestanti con striscione verde No alla carta bianca dalle fabbriche sporche produttrici di inquinamento ambientale (© KSPPM) A sinistra: deforestazione per l'industria della carta, a destra: foresta primordiale Oranghi condannati all'estinzione: deforestazione da parte della PT Mayawana Persada nel Borneo (© Auriga Nusantara)

La cartiera APRIL / Royal Golden Eagle (RGE) e altre società di proprietà del miliardario Sukanto Tanoto stanno distruggendo da mezzo secolo le foreste pluviali indonesiane e i mezzi di sussistenza della popolazione locale. Facciamo appello a banche, investitori e partner commerciali affinché interrompano le relazioni con APRIL e RGE.

Lettera

CA: Banche, partner commerciali e investitori di Asia Pacific Resources International Limited (APRIL) e Royal Golden Eagle (RGE)

“Fermare la deforestazione, riparare i danni sociali ed ecologici. Non finanziate APRIL / RGE! Basta affari con APRIL / RGE!”

Leggi tutta la lettera

Il consumo di carta e imballaggi monouso sta aumentando rapidamente, con conseguenze devastanti per le foreste di tutto il mondo. L'industria della carta e della cellulosa sta disboscando le foreste pluviali e priva le comunità indigene delle loro terre. Il nostro consumo di carta monouso è uno dei principali fattori di deforestazione delle foreste pluviali ed è causa di furti di terra, sfollamenti e violenze.

Una delle più grandi aziende, nota da decenni per la distruzione delle foreste pluviali e i conflitti, è tornata alla ribalta delle cronache: APRIL (Asia Pacific Resources International Limited) a Sumatra: un leader indigeno è stato rapito, sequestrato e imprigionato per essersi opposto all'azienda Toba Pulp Lestari, legata all'APRIL. La Mayawana Persada, anch'essa legata all'APRIL, sta tagliando la foresta degli oranghi nel Borneo per ricavarne carta, in una foresta di torba che ospita una popolazione significativa di grandi scimmie in via di estinzione. Sempre nel Borneo, si sta costruendo una mega cartiera nella foresta di mangrovie, nell'habitat delle scimmie proboscide.

APRIL, produttore di pasta di cellulosa, carta, imballaggi, tessuti e viscosa, fa parte della holding Royal Golden Eagle (RGE). Dal 2015 RGE si è impegnata a realizzare una catena di approvvigionamento priva di deforestazione (deforestazione zero). RGE e i suoi fornitori devono dimostrare che non viene abbattuta alcuna foresta pluviale e che la popolazione locale non viene danneggiata. 

La realtà sul campo è diversa!

Le organizzazioni ambientaliste e indigene chiedono alle autorità di fermare la distruzione e la violenza, di punire le aziende e di chiuderle, se necessario!

Le organizzazioni internazionali si appellano alle banche, agli investitori e ai partner commerciali affinché interrompano le relazioni con APRIL e RGE.

Sostenete la nostra campagna con la vostra voce: niente affari sporchi con il gruppo APRIL / RGE!

Inizio della campagna: 23/05/2024

Infor­mazioni

Operando inosservati dal grande pubblico, i produttori di imballaggi, carta, cellulosa e viscosa si stanno espandendo in tutto il mondo. Le aziende indonesiane, che sono tra i principali attori globali, sono in gran parte responsabili della distruzione delle foreste di pianura dell'isola di Sumatra e quindi della minacciosa decimazione delle popolazioni di tigri e oranghi di Sumatra. Negli ultimi anni, l'industria cartaria indonesiana ha aumentato la sua produzione di quasi la metà. E continua a espandersi.

L'immenso aumento della domanda di legno come materia prima per le nuove cartiere sta provocando una nuova ondata di deforestazione e rappresenta una grave minaccia per le foreste pluviali!

Le due holding Sinar Mas della famiglia Wijaya, con il suo produttore di pasta di cellulosa APP (Asia Pulp and Paper), e Royal Golden Eagle di Sukanto Tanoto, con il suo ramo di produzione di pasta di cellulosa APRIL (Asia Pacific Resources International Limited), sono rispettivamente la prima e la seconda azienda produttrice di pasta di cellulosa in Indonesia e sono in cima alla lista dei distruttori della foresta pluviale indonesiana, davanti a Korindo (legname e olio di palma) e Sumitomo (miniere).

 

Sull'attuale taglio di alberi da parte della PT Mayawana Persada

Salviamo la Foresta ha già denunciato la deforestazione estremamente rapida e brutale per la produzione di carta nella foresta degli oranghi nel Borneo, nella provincia del Kalimantan occidentale, da parte della società Mayawana Persada. Gli oranghi del Borneo possono sopravvivere solo se la deforestazione viene fermata immediatamente.

Sulla carta, la PT Mayawana Persada è controllata da una catena di holding. Tuttavia, la sovrapposizione di governance, gestione operativa e collegamenti alla catena di approvvigionamento dimostrano che la PT Mayawana Persada è legata a RGE e APRIL.

Lo studio di Deforestation Anonimous Rainforest destruction and social conflict driven by PT Mayawana Persada in Indonesian Borneo analizza nel dettaglio la massiccia deforestazione nella concessione della PT Mayawana Persada, la distruzione degli habitat di specie protette (oranghi, gibboni, orsi malesi, ecc.) e i conflitti sociali con le comunità indigene. Il rapporto si basa su analisi satellitari, monitoraggio della catena di approvvigionamento, interviste ai dipendenti di Mayawana e analisi dei documenti aziendali. Lo studio conclude che Mayawana ha già disboscato 35.000 ettari di foresta pluviale e torbiera, pari a circa la metà di Amburgo o Singapore.

Il conflitto tra la popolazione indigena Batak e la PT Toba Pulp Lestari

 


Il conflitto pluridecennale tra l'azienda produttrice di pasta di legno Toba Pulp Lestari, associata all'APRIL, e il popolo Batak della provincia di Sumatra settentrionale sta attualmente culminando nella criminalizzazione dell'anziano indigeno Sorbatua Siallagan. Si vedano le notizie di Save the rainforest Uomo indigeno rapito a Sumatra e il rapporto dell'EPN sull'incarcerazione di un leader indigeno.

La Toba Pulp Lestari (TPL) ha iniziato a produrre pasta di legno per la carta e fibre di viscosa (rayon) per i tessuti nel 1989, con il nome di Indorayon, utilizzando legname tropicale proveniente dalla foresta pluviale. Le nuove piantagioni di eucalipto si estenderanno fino alla foresta degli oranghi Tapanuli, a rischio di estinzione.

La contaminazione del lago Toba, la distruzione ambientale, il furto di terra e la violenza hanno portato a una forte resistenza fin dall'inizio. Tuttavia, mezzo secolo di conflitti per la terra rimangono irrisolti e la popolazione locale viene ripetutamente criminalizzata.

 


Secondo il rapporto sulla mappatura dei conflitti sociali nelle piantagioni in conflitto dell'APRIL, pubblicato nel 2019, i gruppi della società civile hanno registrato almeno 101 conflitti acuti nelle concessioni dell'APRIL e dei fornitori. Lo studio invita acquirenti e investitori a evitare di fare affari con APRIL e IPR finché i conflitti non saranno risolti in modo trasparente e partecipativo.

Sulla costruzione della fabbrica di cellulosa PT Phoenix Resources International

La PT Phoenix Resources International, un'altra società controllata da APRIL/RGE, sta costruendo un'altra enorme cartiera nella provincia del Kalimantan settentrionale. Si tratta di una foresta di mangrovie e dell'habitat delle rare scimmie proboscide.

Il rapporto Pulping Borneo identifica i rischi dell'espansione della produzione di cellulosa nel Borneo. Il legno per le grandi cartiere di Sumatra proviene già dal Borneo. L'enorme domanda prevista per i nuovi impianti rappresenta un'enorme minaccia per la restante foresta pluviale del Borneo!

Pulping Borneo contiene anche preziose informazioni sull'impero Royal Golden Eagle di Sukanto Tanoto, sui legami tra le singole aziende e i fornitori, gli azionisti e gli investitori.

Distruzione ambientale sistematica, conflitti e mancanza di trasparenza

I casi attuali non fanno eccezione. Le organizzazioni della società civile hanno pubblicato numerose indagini e risultati sulle pratiche commerciali, sulla distruzione ambientale e sull'impatto sociale.

Le campagne dei gruppi ambientalisti, le trattative e le promesse di APRIL/RGE non hanno portato ad alcun miglioramento, anche dopo che RGE si è impegnata a produrre zero deforestazione nel 2015.

Paradise Papers: i documenti rivelano il ruolo delle offshore nella distruzione delle foreste L'indagine dell'International Consortium of Investigative Journalists mostra come APRIL abbia utilizzato società di comodo per ottenere prestiti bancari per almeno 3 miliardi di dollari, spostando il denaro tra le sue filiali e minimizzando le tasse.

APRIL viola le proprie politiche di deforestazione zero Secondo questo rapporto del 2018, APRIL non rispetta le proprie politiche di deforestazione zero.

Piantagioni in conflitto APRIL Il rapporto sulla mappatura dei conflitti sociali pubblicato nel 2019 identifica almeno 101 conflitti acuti nelle concessioni di APRIL e dei fornitori.

APRIL Illegal Logging Briefing 2020 mostra come APRIL abbia distrutto torbiere e foreste naturali durante la pandemia.

Paradise Papers: il gigante della cellulosa affronta le accuse di profit-shifting APRIL ha classificato male le esportazioni per ridurre le tasse (2020).

Deforestazione sostenibile Rapporto APRIL-Adindo del 2020 sulla deforestazione da parte di una società affiliata all'APRIL.

Environmental paper APRIL Pagina informativa su APRIL.

Pagine di profilo di BankTrack Dodgy Deal:

BankTrack. APRIL

BankTrack. Gruppo Royal Golden Eagle

BankTrack. Toba Pulp Lestari

Banktrack. Fabbrica di cellulosa Phoenix Tarakan

L'elenco sopra riportato di una selezione di rapporti critici dà un'idea di come APRIL/RGE e le aziende associate stiano danneggiando l'ambiente e la popolazione. A causa delle complesse e opache strutture aziendali, APRIL/RGE può eludere qualsiasi responsabilità.

Anni di negoziati tra grandi organizzazioni ambientaliste e APRIL non hanno cambiato le pratiche dell'azienda. Gli investitori e gli acquirenti non dovrebbero quindi fare affari con APRIL/RGE.

 

L'impero di Sukanto Tanoto, APRIL e RGE

APRIL fa parte del conglomerato RGE (Royal Golden Eagle), l'impero di Sukanto Tanoto, uno degli uomini più ricchi dell'Indonesia. RGE opera nei seguenti settori: Pasta e carta, olio di palma, viscosa, edilizia ed energia, proprietà e gestione patrimoniale.

I settori di RGE dell'olio di palma e dell'energia sono di importanza globale. Il settore dell'olio di palma è coperto dai gruppi Asian Agri e Apical: Asian Agri è uno dei maggiori produttori di olio di palma con numerose piantagioni e frantoi. Apical gestisce raffinerie, ulteriori lavorazioni, un impianto di biodiesel ed esporta olio di palma. In Canada, RGE è entrata nel settore dell'estrazione e della produzione di gas con l'acquisizione di Pacific Energy.

I settori della cellulosa, della carta e della viscosa di RGE sono i principali pilastri dell'impero di Sukanto Tanoto. In risposta all'aumento dei consumi globali, APRIL/RGE si sta espandendo o è già ben radicata in Indonesia, Cina, Europa e America Latina. Le società direttamente associate ad APRIL si trovano in Brasile, Macao, Cina, Singapore e altrove.

APRIL (Asia Pacific Resources International Limited): una delle più grandi aziende di pasta di legno al mondo, produce carta, pasta di legno e viscosa in diversi grandi impianti. La cartiera RAPP, nella provincia di Riau a Sumatra, è una delle più grandi al mondo.

Asia Symbol: la più grande produzione al mondo di pasta di legno, carta e imballaggi a Shandong, in Cina.

Bracell: uno dei maggiori produttori di pasta di legno, Brasile

Sateri: il più grande produttore di viscosa in Cina

Asia Pacific Rayon: produzione di viscosa a Riau

Lettera

CA: Banche, partner commerciali e investitori di Asia Pacific Resources International Limited (APRIL) e Royal Golden Eagle (RGE)

Gentili Signore, Egregi Signori,

mi preoccupa la distruzione della foresta pluviale causata dall'azienda indonesiana di pasta di legno e carta APRIL (Asia Pacific Resources International Limited) oltre ai numerosi conflitti di massa con la popolazione locale.

Le vostre società intrattengono rapporti commerciali con APRIL e/o con la sua società madre RGE (Royal Golden Eagle) in qualità di investitori o clienti. 

APRIL/RGE, nota da decenni per la distruzione della foresta pluviale e per i conflitti, è attualmente di nuovo sulle prime pagine dei giornali:

> Un'azienda associata ad APRIL sta disboscando la foresta pluviale nel Borneo (provincia di Kalimantan occidentale), dove vive una vasta popolazione di oranghi in via di estinzione.

> A Sumatra, un leader indigeno è stato rapito e imprigionato perché si oppone a un'altra azienda associata all'APRIL.

> Anche nel Borneo (provincia del Kalimantan settentrionale) si sta costruendo una cartiera nella foresta di mangrovie, nell'habitat delle scimmie proboscide.

Le dimensioni della fabbrica equivalgono a un attacco aggressivo alle ultime foreste del Borneo.

Le organizzazioni ambientaliste indonesiane chiedono alle autorità di porre finalmente un freno effettivo alla distruzione e alla violenza!

I gruppi internazionali si appellano alle banche, agli investitori e ai clienti affinché non facciano affari con APRIL/RGE, le sue filiali e i suoi fornitori finché non ci saranno miglioramenti significativi lungo l'intera catena di produzione.

Mi appello a voi:

- Persuadete APRIL/RGE e le aziende associate affinchè fermino immediatamente la deforestazione;

- Partecipate attivamente alla riparazione dei danni sociali e ambientali;

- Bloccate immediatamente i pagamenti finanziari ad APRIL/RGE e alle aziende associate ad APRIL/RGE;

- Interrompete i rapporti commerciali con APRIL/RGE!

Riconoscete la vostra responsabilità per la conservazione delle foreste pluviali, che sono insostituibili per la biodiversità, il clima e la vita su questa terra. Non contribuite alla violenza contro le comunità indigene, che hanno dimostrato di essere i migliori custodi della foresta pluviale.

 

Cordiali saluti

Questa petizione è disponible in queste lingue:

58.396 firmatari

Arriviamo a 100.000:

Attività recenti