Aiutiamo gli ambientalisti del Camerun

Deforestazione per implementare palma da olio in Camerun Foto: La palmicultrice non fermerà la nostra difesa della natura, dichiara l'ambientalista Nasako Besingi. Foto: Greenpeace / Alex Yallop (© Greenpeace / Alex Yallop)
80.635 firmatari

Fine dell'azione: 17 ott 2014

“La compagnia palmicultrice non fermerà la nostra difesa della natura – neanche se ci minaccia e ci denuncia”, ci dice Nasako Besingi dal Camerun. L'attivista ambientalista affronterà un processo in marzo. La sua colpa: proteggere la foresta dalle piantagioni della compagnia statunitense Herakle Farms. Per favore, protestate.

Lettera

CA: Patrick Jones, Direttore della Herakles Farms di New York e del Camerun

La palmicultrice Herakles Farms deve fermare la distruzione della foresta del Camerun e ritirare le denunce contro gli ambientalisti.

Leggi tutta la lettera

L' ambientalista Nasako Besingi e la sua organizzazione SEFE (Struggle to Economize Future Environment) difendono i diritti delle popolazioni locali e proteggono le foreste del sud - est del Camerun. Organizzazioni locali come la Nature Cameroon e di tutto il mondo li appoggiano. Gli investitori statunitensi da 3 anni tentano di deforestare per implementare piantagioni di palma.

Fino ad oggi, le proteste degli abitanti e degli ambientalisti hanno evitato la realizzazione del progetto della palmicultrice di New York, la Herakle Farms. La Herakle Farms ha deforestato solo alcuni ettari di foresta e ha dovuto rinunciare a numerosi suoi piani. Invece dei 70.000 ettari richiesti, il governo ne ha autorizzati “solo” 20.000.

La popolazione e gli ambientalisti vogliono difendere ogni albero. Oggi affrontano le denunce, le intimidazioni e i processi. Nel novembre 2013, l'organizzazione Nature Cameroon non ha potuto svolgere il proprio lavoro per le istanze della palmicultrice.

A fine dicembre 2013, Nasako è stato denunciato per “diffondere informazioni false via internet”. La denuncia si basa su una e-mail di Nasako dell'agosto 2012. Nello stesso agosto, Nasako, fu attaccato da alcuni lavoratori della compagnia. La Herakles ha definito queste persone come “prestatori di servizio locali”, nonostante fossero persone con titoli di responsabilità nella compagnia.

Nasako e quattro suoi colleghi sono stati denunciati anche per aver organizzato una “riunione pubblica senza prevviso” e per aver distribuito magliette con messaggi anti – Herakles alla popolazione. Il 13 marzo del 2014 inizierà il processo contro Nasako. Rischia fino a 6 mesi di prigione e una multa fino a 3.000 Euro.

Per favore, firmate la petizione internazionale a Herakles Farms che trovate qui a destra.

Lettura

CA: Patrick Jones, Direttore della Herakles Farms di New York e del Camerun

Le scrivo per chiedere che la sua compagnia, la Herakle Farms, ritiri la denuncia contro Nasako Besingi della SEFE, ritiri altresì la denucia che ha causato la sospensione dell'organizzazione Nature Cameroon e affinchè ponga fine inmediatamente a qualsiasi forma di intimidazione nei confronti di tutte le organizzazioni del Camerun che stanno difendendo pubblicamente i diritti delle persone e che stanno proteggendo le foreste della zona dove la Herakles realizza i propri progetti.

La invito a prestare urgente attenzione a quanto esposto.