Le api hanno bisogno di aiuto

Un'ape in volo Senza api non c'è futuro (© Flickr/phgaillard2001 - CC BY-SA 2.0)
208.439 firmatari

Fine dell'azione: 14 ott 2015

I pesticidi uccidono le api, il loro numero si sta riducendo in tutto il mondo. Per questo, l'Unione Europea ha proibito alcuni insetticidi di Bayer, BASF e Syngenta. Le tre aziende negano la loro responsabilità nella morte delle api. Per favore, firmate la nostra petizione e difendete le api.

Lettera

CA: Direttivi di BASF, Bayer e Syngenta

Impegnatevi nella difesa delle api!

Leggi tutta la lettera

Instancabili volano di fiore in fiore. Per la natura e gli esseri umani il loro lavoro è inestimabile. Non solo producono il miele: impollinano ogni giorno migliaia e migliaia di fiori che si convertiranno in semi, baccelli o frutti. Le api impollinano un terzo delle piante che ci nutrono.

La natura è in grave pericolo: ogni giorno spariscono altri alveari per l'apicoltura e la natura in generale. Le cause principali sono i parassiti, l'agricoltura e i pesticidi.

Un gruppo di sostanze in particolare, i così detti neonicotinoidi, sono relazionati da anni con la morte delle api. L'industria agraria tratta le sementi di mais, colza e grano con sostanze velenose che hanno effetti nocivi sul sistema nervoso delle api. Queste sementi trattate sono potenzialmente dannose, non solo per le api.

L' Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare EFSA ha valutato il rischio dei neonicotinoidi e del Fipronil, una sostanza velenosa, ed ha definito entrambi come "altamente rischiosi per le api". A partire da dicembre 2013, l'Unione Europea ha proibito per due anni i pesticidi di Bayer e Syngenta e l'uso del Fipronil della BASF è stato limitato.

Però, le aziende chimiche vogliono perpetrare i loro affari. Ogni anno i neonicotinoidi generano duemila milioni di euro di profitti. Per scalzare il divieto imposto, Bayer, BASF e Syngenta hanno presentato diverse denunce contro l'Unione Europea, avvalendosi inoltre di campagne pubblicitarie ambigue che confondono l'opinione pubblica sul tema.

Un futuro senza api si può già intravedere in alcune zone della Cina, dove i fiori vengono impollinati artificialmente, ad opera dell'uomo.

Che non diventi la realtà ovunque.

Infor­mazioni

Morte delle api in Italia

Da anni, la morte delle api viene relazionata sempre di più con l'uso di insetticidi del gruppo dei neonicotinoidi. Questi contengono clotianidina, imidacloprid e tiametoxam.

A maggio di quest'anno il Consorzio Apicoltori della Provincia di Udine ha denunciato che la produzione di miele è stata fortemente pregiudicata dalla moria di api che ha caratterizzato molte zone del Friuli. Per alveare da una media di circa 20 chilogrammi si è arrivati a non oltre 5.

Effetti dei pesticidi sulle api e altri impollinatori

Le piante assorbono solo un quinto dei pesticidi che utilizzano le aziende per trattare le sementi. Una parte si espande nell'aria e la maggior parte rimane nel suolo. Gli elementi chimici sono molto durevoli e la natura da sola non è in grado di debellarli.

I pesticidi sono altamente velenosi per le api e le dosi letali di clotinadina e imidacloprid sono minime (5 o 6 nanogrammi per individuo). Così è difficile dimostrare concretamente l'avvelenamento delle api a causa dei pesticidi.

Inoltre, ci sono altri fattori determinanti che causano la moria delle api. Per esempio, altre cause di inquinamento ambientale, la mancanza di alimenti nelle monocolture dell'agricoltura industriale, i parassiti.

Le aziende

BASF, Bayer e Syngenta sono grandi multinazionali con fatturati milionari. Non producono solo pesticidi, ma anche sementi. Mirano ad un controllo totale sulla produzione industriale degli alimenti.

Ulteriori informazioni

Studio di Amici della Terra: Follow the honey – 7 ways pesticide companies are spinning the bee crisis to protect profits

Studio di Greenpeace: Corporate science fiction - A critical assessment of a Bayer and Syngenta funded HFFA report on neonicotinoid pesticides

Lettera

CA: Direttivi di BASF, Bayer e Syngenta

Gentili Signore, Egregi Signori,

Le api sono indispensabili per la vita sulla terra e non possono essere in pericolo a causa dei pesticidi.

Accettate la messa al bando degli insetticidi del gruppo dei neonicotinoidi e del Fipronil, non continuate la loro produzione e ritirate le denunce contro l'Unione Europea.

Per favore, astenetivi dal presentare campagne pubblicitarie con messaggi ambigui, sulle api e sui pesticidi, così come segnalato da organizzazioni ambientaliste (1).

Distinti Saluti

(1) Amici della Terra: "Follow the Honey – 7 ways pesticide companies are spinning the bee crisis to protect profits" y Greenpeace „Corporate Science Fiction - A critical assessment of a Bayer and Syngenta funded HFFA report on neonicotinoid pesticides".