Panama: proteggete il bradipo pigmeo dai bracconieri!

Un bradipo pigmeo in una foresta del Perù in pericolo di estinzione Foto: Christian Mehlführer (CC BY 2.5) (© Christian Mehlführer (CC BY 2.5))
148.930 firmatari

Fine dell'azione: 21 mar 2018

È difficile pensare ad una creatura più indifesa del pradipo pigmeo. Più piccolo di un gatto e completamente incapace di sfuggire ai predatori umani, è uno dei mammiferi maggiormente in pericolo di estinzione. Scrivete al governo di Panama perchè ne garantisca la protezione.

Lettera

CA: Direttore dell’Autorità Nazionale per l’Ambiente di Panama (ANAM), Mirei Endara Heras; Gestione delle aree protette e della fauna selvatica, ANAM, Zuleika Finch Mendoza; Amministratore di ANAM, Emilio Sempris; Segretario Generale di ANAM Felix Wing Solis

“Governo di Panama: proteggete i bradipi pigmei dai bracconieri”

Leggi tutta la lettera

La Isla Escudo de Veraguas, un’ isola lontana dalla costa caraibica panamense, è la dimora del pradipo pigmeo, in grave pericolo di estinzione. Questa preziosa specie è a rischio, non solo per il degrado dell’habitat, ma anche per le incursioni dei pescatori locali: l’animale è la loro pietanza preferita, quando stazionano sull’isola. Per questo: da 500 esemplari nel 2001, si è giunti a solo 70 nel 2012. Presto si arriverà all’estinzione totale.

Negli ultimi anni, molte realtà hanno affrontato questo grave problema. I lider indigeni Ngäbe-Buglé hanno collaborato con le ONG per educare le loro comunità sul valore della conservazione ed hanno preso molto a cuore la causa. Altre organizzazioni locali ed internazionali hanno inviato donazioni (imbarcazioni, divise per le guardie forestali, corsi di formazione) per consolidare una presenza permanente di guardie forestali a protezione dei bradipi. Ma le umane complessità delle culture coinvolte e le ragioni della politica locale hanno reso difficile il lavoro di collaborazione, per questo il programma non è stato ancora implementato.  

La presenza di guardie forestali rappresenta la soluzione più immediata per impedire che nelle prossime due stagioni di pesca i bradipi si estinguano, per questo vi chiediamo di unirvi a noi con una firma per chiedere al direttore dell’Autorità Nazionale per l’Ambiente di Panama (ANAM) di occuparsi del caso ed assumere la coordinazione degli attori locali ed internazionali coinvolti nella salvaguardia dei bradipi.

Chiediamo alla dirigenza dell’ANAM di fare tutto il possibile per fornire immediata protezione ai bradipi pigmei. L’esistenza di queste piccole creature dipende da loro, e l’esistinzione incombente è sotto i loro occhi. Fermiamo lo sterminio dei bradipi pigmei, una specie preziosa ed incantevole. 

Lettera

CA: Direttore dell’Autorità Nazionale per l’Ambiente di Panama (ANAM), Mirei Endara Heras; Gestione delle aree protette e della fauna selvatica, ANAM, Zuleika Finch Mendoza; Amministratore di ANAM, Emilio Sempris; Segretario Generale di ANAM Felix Wing Solis

Gentili Signore, Egregi Signori

Mi preoccupa molto la rapida sparizione del pradipo pigmeo de La Isla Escudo de Veraguas, Panama. Questa piccola isola è l’unico luogo al mondo in cui dimora questa rarissima specie; il numero si è ridotto da circa 500 unità nel 2001 fino ad arrivare a solo 70, secondo l’ultimo censimento ufficiale del 2012. Le cause della possibile estinzione di questa specie tanto preziosa sono davvero inquietanti: non solo l’invasione umana che porta al degrado del loro habitat, ma soprattutto il fatto che i pescatori che sostano periodicamente sull’isola, durante la stagione della pesca, si nutrano di questi piccoli mammiferi.

Molti gruppi di attivisti, in questi anni, hanno tentato di risolvere questo allarmante problema: i leader degli indigeni Ngäbe-Buglé hanno collaborato con alcune ONG per trasmettere nelle loro comunità l’importanza del valore della conservazione di questa specie, prendendo molto a cuore questo impegno. Organizzazioni senza fini di lucro, nazionali ed internazionali, hanno effettuato diverse donazioni (imbarcazioni, divise per le guardie forestali, corsi di formazione) per consentire una vigilanza permanente delle guardie forestali a protezione dei bradipi. Purtroppo, l’umana complessità delle culture e la politica locale hanno reso molto difficile, per questi gruppi, il lavoro di collaborazione, per questo il progetto non è ancora stato implementato e i bradipi sono ancora in balia dei bracconieri.

Il programma di costituzione delle guardie forestali dedicate alla protezione dei bradipi è al momento il più rapido ed immediato da istituire, prima che questi mammiferi si estinguano durante le prossime due o tre stagioni di pesca; per questo chiedo a voi, in qualità di membri del direttivo di ANAM, di assumere un ruolo attivo ed efficace, guidando la coordinazione degli attori locali ed internazionali che hanno dimostrato la volontà ed apportato le risorse per salvare i bradipi, consultandoli e collaborando con loro. Gli attori convolti sono: le comunità Ngäbe-Buglé, le ONG nazionali ed internazionali, scienziati e ricercatori interessati alla conservazione delle specie.

Nonostante l’importanza di istituire quanto prima il programma delle guardie forestali, è fondamentale agire da subito in modo concreto per proteggere il pradipo pigmeo. Dal momento che la vostra organizzazione è responsabile della protezione dell’ambiente di Panama, la protezione di questi piccoli mammiferi dipende essenzialmente da voi, così come la loro eventuale estinzione.

Distinti saluti