Fermiamo la miniera d'oro che minaccia le tigri di Sumatra!

Fermiamo la miniera d'oro che minaccia le tigri di Sumatra! Fermiamo la miniera d'oro che minaccia le tigri di Sumatra! (© Junaidi Hanafiah) Fermiamo la miniera d'oro che minaccia le tigri di Sumatra! Fermiamo la miniera d'oro che minaccia le tigri di Sumatra! (© Junaidi Hanafiah) Il fiume attraversa il villaggio, sullo sfondo le montagne Il fiume Meureubo a Beutong (© Junaidi Hanafiah) Bambini nel fiume Bambini che si godono un bagno rinfrescante nel fiume Meureubo (© Junaidi Hanafiah)

Il progetto di una miniera d'oro minaccia l'ecosistema di Leuser e l'ultima grande foresta pluviale del Sud-Est asiatico. Qui tigri, elefanti, rinoceronti e oranghi vivono nello stesso habitat, unico al mondo. Sostenete gli ambientalisti di Sumatra contro le compagnie Bumi Mentari Energi e Emas Mineral Murni.

Lettera

CA: Governatore ad interim di Aceh Achmad Marzuki, Ministero delle Risorse Minerarie, Parlamento di Aceh

“Proteggete la zona mineraria di Beutong Ateuh Banggalang!”

Leggi tutta la lettera

La foresta pluviale della contea di Beutong è bellissima, il fiume Meureubo è limpido e rinfrescante. "Viviamo grazie al fiume, beviamo la sua acqua e la usiamo per irrigare i nostri campi e giardini", dice Malikul Azis, direttore di una scuola locale.

Ma la foresta, il fiume e la vita delle popolazioni sono minacciate da un progetto per costruire una miniera d'oro. Migliaia di ettari di foresta pluviale potrebbero essere distrutti.

Beutong si trova in una valle ai piedi della montagna Singgah Mata, alta 2.800 metri, nel cuore dell'ecosistema di Leuser. Questa ultima grande foresta pluviale del Sud-Est asiatico è famosa per la sua biodiversità. Tigri, elefanti, rinoceronti e oranghi vivono nello stesso habitat. Le montagne sono ricche di minerali, pietre preziose e oro: questa ricchezza è anche una maledizione.

Formalmente l'area è protetta. Ma non le minacce sono costanti. Anche gli abitanti di Beutong lo stanno vivendo in prima persona. Da anni contrastano la compagnia mineraria PT. Emas Mineral Murni (EMM), con successo, perché la Corte Suprema ha ritirato il permesso di estrazione dell'azienda nel 2021.

Ora un'altra società, la PT. Bumi Mentari Energi (BME), ha richiesto un permesso minerario per estrarre oro: 3.300 ettari si trovano nella contea di Beutong.

“Siamo contrari a qualsiasi forma di estrazione mineraria, approvata o meno”

Dice Zakaria, portavoce dei residenti di Beutong. Si sono organizzati e rifiutano all'unanimità qualsiasi tipo di estrazione nel loro distretto, e non solo per la miniera d'oro progettata da BME.

Gli ambientalisti si oppongono alla distruzione della loro a causa della deforestazione o per l'estrazione mineraria. Per questo serve un ampio sostegno internazionale, per preservare dell'ecosistema di Leuser e della valle ai piedi del monte Singgah Mata.

 

Per favore, unitevi a noi!

 

Infor­mazioni

L'ecosistema di Leuser 

L'isola di Sumatra è una delle aree protette più grandi e importanti dell'Indonesia. Si chiama "Kawasan Ekosistem Leuser" (KEL). La KEL si trova per lo più nella provincia autonoma di Aceh e prende il nome dalla sua montagna più alta, il Gunung Leuser (3.404 metri). 

L'ecosistema di Leuser è famoso per la sua fauna selvatica ed è apprezzato come l'unico luogo al mondo in cui i quattro grandi mammiferi a rischio di estinzione, l'orango (Pongo abelii), la tigre di Sumatra (Panthera tigris sumatera), il rinoceronte di Sumatra (Dicerorhinus sumatrensis) e l'elefante di Sumatra (Elephas maximus sumatranus), vivono insieme nello stesso habitat. La maggior parte delle ultime 400 tigri di Sumatra si trovano qui, così come il rinoceronte di Sumatra, di cui sono rimasti solo pochi esemplari sulla terra.

I leopardi , gli orsi del miele malesi, i gatti marmorizzati, i cani selvatici e molte specie di scimmie condividono il terreno con i grandi mammiferi. In totale, ci sono 105 specie di mammiferi e 382 di uccelli e 95 specie di rettili e anfibi. Le specie diventate rare nel sud-est asiatico trovano qui il loro ultimo rifugio.

Il numero di specie vegetali può essere solo stimato. Ne sono state registrate scientificamente 8.500, tra cui la Rafflesia, il fiore più grande del mondo, e preziosi alberi tropicali come il Meranti.

 

Il distretto di Beutong Ateuh Banggalang 

Si trova a circa 50 km dalla costa occidentale, in una valle circondata da alte montagne. La foresta è in gran parte intatta. Gli abitanti coltivano riso e verdure per il proprio consumo, oltre a noci Kemiri (dall'albero delle noci chiare Aleurites moluccanus), peperoncino e frutta, completamente senza pesticidi e fertilizzanti artificiali. 

Terremoti, inondazioni e frane sono rischi comuni. Ma le attività estrattive finora non sono state approvate, con l'eccezione dei corridoi tagliati nella foresta da una società mineraria. È così che deve essere, dicono all'unanimità i residenti. "Altrimenti, alla fine di Beutong rimarrà solo il nome nei libri di storia".

Da un lato, il significato storico si riferisce a Cut Nyak Dhien, venerato come eroe della resistenza contro le forze dei governanti coloniali olandesi. Dal 1873, gli olandesi tentarono di annettere Aceh al loro impero coloniale in una guerra sanguinosa. Nel 1899, le truppe olandesi attaccarono il quartier generale di Cut Nyak Dhien a Beutong.

Cento anni dopo (1999), le truppe indonesiane uccisero qui decine di civili, apparentemente nella lotta contro il movimento indipendentista GAM e il commercio di marijuana.

Questa tragedia è profondamente radicata nella memoria della popolazione di Beutong. È stata anche inserita nei rapporti delle Nazioni Unite e nella fitta documentazione sui crimini dell'esercito indonesiano in materia di diritti umani.

 

I cercatori d'oro e la Corte Suprema

Nel 2019, la società Emas Mineral Murni (EMM) ha ottenuto il permesso di estrarre oro su 10.000 ettari di foresta di Beutong. Tuttavia, estrarre oro significa distruggere la foresta, contaminare i corpi idrici con cianuro, mercurio, metalli pesanti, arsenico e sedimenti. 

Le proteste dei residenti non hanno trovato risposta, così si sono rivolti ai tribunali. Nel 2021, la Corte Suprema si è pronunciata a favore dell'iniziativa dei cittadini e ha ritirato il permesso di EMM in quanto la miniera sarebbe contraria alla legge sulla pianificazione urbanistica e territoriale. Inoltre, Beutong è il sito storico più importante della provincia di Aceh. Un successo per la resistenza contro le miniere! 

Ma il pericolo non è finito, perché ora sta nascendo una nuova società, la Bumi Mentari Energi (BME), che vuole sfruttare i giacimenti di oro e rame. La miniera, se realizzata, si troverebbe proprio nell'area di insediamento intorno al fiume Meureubo.

 

Resistenza e potere dell'oligarchia 

Secondo i nostri partner sul campo e le ricerche della rivista online Mongabay, sembra che la BME stia cercando di minare lo status di area protetta dell’ecosistema. Se la miniera non si trova nell'area forestale ma in quella di insediamento, se gli ex combattenti del movimento indipendentista GAM si sono insediati qui, la miniera non si troverebbe nella zona di foresta protetta e nell'habitat di specie minacciate.

La base per un permesso operativo è, innanzitutto, il decreto del 2022 del Ministero dell'Energia e delle Risorse Minerarie, che definisce le zone minerarie della provincia di Aceh, sia le miniere attive che i depositi minerari. Anche i depositi di oro e rame di Beutong sono inclusi nel decreto.

In secondo luogo, l'attività estrattiva nell'ecosistema di Leuser è regolata dalla legge sulla pianificazione territoriale della provincia. La legge è ancora in fase di revisione. Una nuova decisione in merito deve essere presa entro il 2024. La bozza non menziona lo status di protezione dell'ecosistema di Leuser - un allarme per gli ambientalisti sul campo! C'è il rischio che venga protetto solo il parco nazionale al centro dell'ecosistema Leuser. Eppure, l'intero ecosistema, e non solo le alte montagne del centro, è l'habitat dei "Big 4", elefante, tigre, rinoceronte e orango. 

Per questo, vi invitiamo a sostenere la nostra petizione a favore dei nostri partner nella campagna per la revisione della legge sulla pianificazione territoriale: "Salvare la foresta per rinoceronti, elefanti, tigri e oranghi."

La popolazione di Beutong si oppone fermamente all'estrazione mineraria. Continuano a opporsi fermamente all'attività estrattiva. Però, ci riferiscono di manipolazioni, minacce e tentativi di creare conflitti sociali e divisioni nelle comunità del villaggio. Ci hanno riferito anche di pressioni e tentativi di persuasione con gli argomenti dello sviluppo del villaggio, della crescita economica e dell'integrazione degli ex combattenti del GAM. 

In una dichiarazione congiunta dell'intera popolazione al Governatore, al Presidente dell'Indonesia, al Ministro dell'Energia e delle Risorse Minerarie, al Parlamento e alle istituzioni della Provincia di Aceh, affermano di "rifiutare la Bumi Mentari Energi (BME) e le compagnie simili che vogliono scavare o costruire miniere nella nostra area". La dichiarazione è firmata dai capi dei quattro villaggi, dall'imam e dal capo del distretto. Leggi qui la dichiarazione nell'originale indonesiano.

"In realtà", afferma Nasir Buloh dell'organizzazione ambientalista WALHI Aceh, "la sentenza della Corte Suprema significa che non ci dovrebbero essere miniere a Beutong. Al massimo, i villaggi hanno bisogno di migliorare i metodi di coltivazione dei loro orti e campi".

Non si tratta solo della questione della coltivazione tradizionale del riso contro l'estrazione dell'oro o della foresta pluviale contro la crescita economica. Si tratta anche del problema di come vengono cautelati gli interessi politici ed economici.

Kharil, della Coalizione per i Diritti Umani, avverte il governo di non usare l'esercito e il terrore per imporre i propri interessi.

La paura della violenza da parte delle forze di sicurezza dirette dagli oligarchi e del ripetersi di una storia sanguinosa è grande quanto la paura della distruzione causata dall'estrazione dell'oro.

Lettera

CA: Governatore ad interim di Aceh Achmad Marzuki, Ministero delle Risorse Minerarie, Parlamento di Aceh

Egregio Signor Governatore, Egregio Signor Ministro, Egregi Membri del Parlamento di Aceh,

Siamo sconvolti nell'apprendere che la società PT. Bumi Mentari Energi (BME) potrebbe ottenere il permesso di estrarre oro a Beutong Ateuh Banggalang. L'estrazione dell'oro nell'ecosistema di Leuser, importante dal punto di vista ecologico, equivale a una devastazione totale per la popolazione di Beutong Ateuh Banggalang, per la conservazione dell'ambiente e per tutti gli abitanti del nostro pianeta. 

La popolazione di Beutong Ateuh Banggalang ha deciso all'unanimità di rifiutare l'estrazione dell'oro nella propria area già nel 2013. Poi, nel 2023, i Muspika (la consulta della contea, della provincia, della polizia e dell'esercito) si sono uniti all'intera popolazione per opporsi a PT. Bumi Mentari Energi e altre aziende che vogliono estrarre oro a Beutong Ateuh Banggalang.

La popolazione ha il diritto opporsi contro progetti distruttivi, ha il diritto al consenso libero, preventivo e informato. Sosteniamo la resistenza dei cittadini di Beutong perché l'ecosistema di Leuser è così importante per la preservazione della vita sul nostro pianeta.

Il governo di Aceh deve considerare il valore storico, l'importanza ecologica, la biodiversità e la prevenzione dei disastri ambientali. Questo per garantire alla popolazione di Beutong Ateuh Banggalang di continuare a vivere secondo la propria tradizione e in armonia con la natura.

Chiediamo con la popolazione di Beutong Ateuh Banggalang di:

> Escludere Beutong Ateuh Banggalang dalle zone destinate all'estrazione mineraria

e di

> Salvare Beutong Ateuh Banggalang dalla minaccia dell'estrazione mineraria

 

Cordiali Saluti

Footnotes

ompagnia mineraria PT. Emas Mineral Murni (EMM)

Nel 2018 EMM ha ottenuto un permesso su 10.000 ettari di foresta per l'estrazione d’oro e rame. La durata era di 20 anni, rinnovabili a 40 anni.

EMM è controllata all'80% da Asiamet Resources Limited, quotata alla Borsa di Londra e finanziata, tra gli altri, da investitori indonesiani, cinesi e svedesi.

Questa petizione è disponible in queste lingue:

75.506 firmatari

Arriviamo a 100.000:

Attività recenti